“La ragazza spettinata”, il doc di Marco Amenta sull’ultima cowboy italiana

Il regista racconta la storia di una donna che tenta di portare avanti, da sola, la difficile attività̀ di cowboy, dedicandosi anima e corpo alla sua scelta di vita

Arriva in seconda serata su TV2000, in prima tv Terra e Cielo, La Ragazza Spettinata (The Lone Girl) il documentario di Marco Amenta prodotto da Eurofilm. Tra i colori della campagna laziale, una ragazza tenta di portare avanti, da sola, la difficile attività̀ di cowboy, dedicandosi anima e corpo: un lavoro arcaico e maschile, ereditato dal padre prematuramente scomparso. Roberta si occupa di una mandria di vacche maremmane che vivono allo stato brado: una professione difficile, quello della “buttera” che la espone a una vita dura sempre esposta alle intemperie stagionali e dove qualsiasi imprevisto può mettere in crisi la sua attività e la sua stessa incolumità. Una storia di amore e attaccamento a una terra maestosa, selvaggia e antica che la porta a vivere in una condizione di costante precarietà̀ economica. Quando tutto sembra perduto e persino sua madre le consiglia di mollare, Roberta dovrà decidere se cambiare davvero mestiere e vita o battersi per difendere quello spicchio di selvaggia libertà che si è così tenacemente costruito.

La Ragazza Spettinata (The Lone Girl) è stato presentato in concorso alla XIII edizione del SalinaDocFest, alla XV edizione del Biografilm Festival dove l’anno precedente ha vinto il Premio “Miglior Progetto Italiano e, in concorso, alla XVII edizione del festival Molisecinema il documentario è prodotto da Eurofilm in associazione con Panache Productions ed è stato sostenuto dal Bando Lazio Cinema International.

Autore dell'articolo: Elena Dal Forno

Elena è giornalista dal 1994 e vegana dal 2011. Si occupa di vita in generale, cinema, arte, tennis, cucina vegana. Quando non è al cinema è in viaggio. Spesso la cosa coincide.