Giovanni Lindo Ferretti a Cerreto Alpi (c) Foto Ums

“Non invano” far pace con se stessi nel nuovo libro di Ferretti

All’invettiva contro la società contemporanea, contro lo “schermo regnante” e lo sradicamento, l’ex leader dei Cccp contrappone il radicarsi, il suo Appennino non idilliaco, ma anche un’accettazione del tempo trascorso e la fiducia in una consegna di testimone

Giovanni Lindo Ferretti a Cerreto Alpi (c) Foto Ums

L’Imbrunire, Ferretti annuncia un nuovo singolo

Dopo il libro “Non Invano” uscito ad aprile e i due video nel lockdown, il leader punk annuncia oggi sulla sua pagina facebook il ritorno sulle scene musicali con un brano sul tempo contemporaneo e ne anticipa il testo: “Sogno ponti levatoi…”

Diana Tejera ad Effimera, per la Roma dei quartieri

La musicista e cantautrice lunedì 3 agosto in concerto alla rassegna dell’Associazione Fusolab 2.0 ispirata all’Estate Romana di Nicolini, per essere vicini agli abitanti delle periferie dopo il lockdown. Un’autrice di talento per una serata in buona compagnia.

Manifesti d’arte a Bologna: rivendica la tua libertà

Trecento poster per le strade della città emiliana in risposta alla chiamata del collettivo di public art CHEAP a reclamare diritti individuali e diritto alla città. Le costrizioni del lock-down hanno reso il tema ancora più sentito e attuale. “Chiedi miracoli!”

Tra libri, musica, teatro e cinema torna l’estate del MAXXI

Da Motta con Luca Valtorta a Zerocalcare, dal ricordo di Scola con le figlie a Tosca, da Ragonese a Davide Enia è ripartito il programma estivo tra arte, musica, letteratura, architettura, cinema, teatro e due grandi installazioni aperte al pubblico.

Fate spazio, torna l’arte pubblica

Dopo il lock-down e l’on line, l’arte reclama i luoghi urbani. A Bologna il festival di street art poster di Cheap. A Milano e Reggio Emilia fotografie d’autore al posto dei cartelloni pubblicitari. E sul sito del Mibact 200 opere da scoprire en plein air.

“In un futuro Aprile”, il film sul giovane Pasolini

L’intenso docu-film  di Francesco Costabile e Federico Savonitto presentato al Biografilm Festival è una ricerca alle origini dello scrittore, seguendo il racconto del cugino Nico Naldini accompagnato dalle atmosfere campestri e fluviali di Casarsa