Il cortometraggio d’autore in scena a Cineatelier

Domenica 23 maggio, la rassegna ospiterà due sezioni dedicate al cortometraggio, in aggiunta ai cortometraggio del Centro sperimentale di Cinematografia che precedono le opere prime in selezione.

Dalle 15,00 alle 15,30 il pubblico di Poggio a Caiano potrà fruire di alcuni dei cortometraggi d’animazione di Ortometraggi Film Festival 2020, il festival di cortometraggi dedicato alla Terra ed organizzato a Torino dall’associazione Gomboc sotto la direzione artistica di Carlo Conversano. Le animazioni selezionate raccontano in modo semplice ed efficace il difficile rapporto tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda. I cortometraggi in programma adatti per grandi e per piccini hanno carattere internazionale e sono “Edèn” della regista Eva María Urbano Mora, “Of-Sigh” di Vlad Bolgarin, il vincitore della Menzione Speciale della Giuria 2020 elogiato “per l’indiscutibile qualità del racconto, avvincente e ironico al tempo stesso, e per la semplicità e la bellezza dell’animazione”. Ad esso segue “On the cover”, il cortometraggio della regista iraniana Yegane Moghad che ci invita a guardare oltre la semplice facciata di una bella copertina e di essere dei critici osservatori della realtà che ci circonda. Infine, concludono gli Ortometraggi, “IHR” di Amélie Cochet e “Sea Shepherd” di Débora Mendes.

A seguire dalle 15,30 alle 16,30 nello spazio dedicato alla Scuola di Cinema Anna Magnani, verranno presentati sia cortometraggi realizzati nell’ambito di percorsi laboratoriali, sia opere prodotte da docenti e collaboratori della scuola.

I primi due lavori (“Terza Liceo 1939” e “We used to smile”) sono frutto di percorsi laboratoriali che la Scuola Magnani ha condotto presso l’Istituto Gramsci Keynes e la Scuola Cironi di Prato, due cortometraggi che hanno visto il coinvolgimento diretto degli allievi come attori e anche dietro la macchina da presa.

Poi sarà il turno del videoclip “Tutto il vento del mondo”, diretto da Andrea Foligni e Gabriele Marco Cecchi, autore anche dell’omonima canzone, cantata da Samuele Luca Cecchi. Questo lavoro ha visto la partecipazione di quattro cooperative sociali pratesi (Cui, Kepos, Margherita, New Naif) e il coinvolgimento di ben 110 utenti come attori.

Lo spazio dedicato alla Scuola di Cinema pratese si concluderà con una delle sue ultime produzioni: “Venere vincitrice”, cortometraggio diretto dal regista Massimo Smuraglia, dedicato alla figura di Paolina Bonaparte.

Domenica saranno presenti: Massimo Smuraglia (regista e direttore della scuola), Gabriele Marco Cecchi (sceneggiatore), Samuele Luca Cecchi (compositore) e Andrea Foligni (videomaker), tutti docenti e collaboratori della Scuola di Cinema Magnani.

 

PROGRAMMA della sezione Spazio Anna Magnani:

“Terza Liceo 1939” (Cortometraggio, 24 minuti)

Regia di Massimo Smuraglia

Prodotto finale del laboratorio che la Scuola Magnani ha tenuto presso l’Istituto Scuola Superiore “Gramsci-Keynes” di Prato nel 2019. Dopo aver letto l’omonimo romanzo di Marcella Olschki, i ragazzi – guidati da Gabriele Marco Cecchi – hanno lavorato alla riduzione cinematografica del testo, fino a redigere una vera e propria sceneggiatura. Poi, sotto la direzione del regista Massimo Smuraglia, gli stessi studenti si sono messi alla prova, alcuni come attori e altri dietro la macchina da presa. Musiche originali di Samuele Luca Cecchi. Costumi di Doriana Clemente. Una nota importante: anche i professori del Keynes si sono cimentati (con risultati davvero sorprendenti) come attori. Il laboratorio quindi è stata un’occasione preziosa per avvicinarsi al linguaggio cinematografico ma anche per vivere la scuola in modo inedito, grazie a emozionanti momenti di condivisione sul set.

“We used to smile” (Cortometraggio, 5 minuti)

Regia di Gabriele Marco Cecchi e Andrea Foligni

Riprese e montaggio: Andrea Foligni

Musiche originali di Samuele Luca Cecchi

Prodotto finale del laboratorio PON “Un Ciak in rete” condotto da Gabriele Marco Cecchi e Andrea Foligni presso la scuola Media “Cironi” di Prato. Il tema trattato è il cyberbullismo. Nel corso del laboratorio, i ragazzi hanno lavorato allo sviluppo della sceneggiatura, hanno appreso le basi del linguaggio cinematografico e si sono divisi i ruoli per le riprese. Hanno poi recitato e seguito le fasi del montaggio.

Per il cortometraggio “We used to smile”, quella di domenica è la prima proiezione assoluta!

 

“Tutto il vento del mondo” (Videoclip, 6 minuti)

Regia di Andrea Foligni e di Gabriele Marco Cecchi

Testo e Musica di Gabriele Marco Cecchi

Voce: Samuele Luca Cecchi

Riprese e montaggio: Andrea Foligni

Arrangiamento, mixing e mastering: Andrea Benassai

4 le cooperative sociali di Prato coinvolte in questo lavoro: Cui, Kepos, Margherita e New Naif. 110 gli utenti che compaiono e recitano nel videoclip. Il lavoro è frutto di un percorso che ha portato Andrea e Gabriele a immergersi nella realtà delle cooperative sociali di Prato.

 

“Venere vincitrice” (Cortometraggio, 21 minuti)

Regia di Massimo Smuraglia

Soggetto e sceneggiatura di Gabriele Marco Cecchi e Ilaria Mavilla

Musiche originali di Samuele Luca Cecchi

Cast: Doriana Clemente, Rosario Campisi, Gianluigi Tosto, Carlina Torta.

Un ritratto originale di Paolina Bonaparte, lontano dall’immagine che per decenni di lei hanno dato storici e biografi pieni di pregiudizi. Il cortometraggio ripercorre la vita di Paolina a partire dalla caduta di Napoleone. E poi i conflitti con il marito Camillo Borghese, i tentativi di raggiungere Napoleone a Sant’Elena, la ricerca disperata della libertà.

Il cortometraggio è stato al centro di importanti convegni napoleonici (all’Isola d’Elba, a Bagni di Lucca, a Viareggio) ed è stato molto apprezzato per il ritratto inedito, ma storicamente ineccepibile della donna che Canova prese a modello per scolpire la statua di Venere Vincitrice. Una donna intelligente e anticonformista.

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Redazione