Una ribelle dalla montagna, clip inedito per il 25 Aprile

L'Istituto Luce Cinecittà ha pubblicato un video inedito su Rosetta Solari, partigiana e staffetta. Una delle storie del film "Scherza con i Fanti" di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna. Un omaggio al 25 Aprile per un canto corale.
Rosetta Solari

La storia di Rosetta Solari, staffetta partigiana tra Parma e La Spezia, e il canto di I Ribelli della Montagna in una videoclip inedita in occasione del 25 aprile Festa di Liberazione, è l’omaggio di cui Luce-Cinecittà si è fatta promotrice per il pubblico italiano, attingendo a Scherza con i fanti  il film documentario del sodalizio tra il regista Gianfranco Pannone e il musicista Ambrogio Sparagna.

“Il nostro peggior nemico? La stanchezza e il sapere che domani come oggi non c’è remissione”. Sembra di sentire parlare uno dei medici o infermiere dei nostri ospedali. “Non c’è mica speranza del cambio, gli occhi bruciano per il bisogno di dormire”.

La storia di Rosetta è narrata in uno dei quattro diari sui quali si basa il film, che racconta il rapporto tra l’Italia, il suo popolo e le guerre dall’Unità d’Italia ai giorni nostri. Tre elementi si uniscono nel film documentario. Vi sono innanzitutto i racconti autobiografici di quattro diversi protagonisti, tutti in armi, i “fanti”. A questi si associano le preziose immagini del Luce.  La ricerca di canzoni popolari scelte e interpretate da Sparagna e da Francesco De Gregori, Giovanni Lindo Ferretti, Francesco Di Giacomo rappresentano gli occhi del popolo su queste vicende.

Annarita Colaianni e Ambrogio Sparagna protagonisti del canto I Ribelli della Montagna (c) Ums

In questo inedito clip di cinque minuti viene dunque accennata la vicenda di Rosetta Solari. Una giovane donna borghese che divenne staffetta e partigiana e in un ruolo si trovò davanti a due fronti. Da un lato, certamente, ha combattuto il fronte comune contro i nazifascisti.  Dall’altro, Rosetta ha dovuto confrontarsi con quello più intimo e solitario, degli uomini compagni di brigata, che la volevano nel solo ruolo di staffetta, e non di attiva partigiana. Una testimonianza cruda e commovente, che celebra insieme una volontà di indipendenza di un Paese, e una storia di emancipazione femminile.

Le parole del diario della Solari sono cadenzate da preziose immagini d’archivio e da uno dei più celebri canti partigiani, I ribelli della montagna, arrangiato da Ambrogio Sparagna e cantato da Annarita Colaianni.

In una situazione sociale come la attuale, che richiama simbolicamente i valori di Resistenza e partecipazione collettiva, l’Istituto Luce Cinecittà ha intrapreso molte iniziative col suo grande Archivio molto seguite dal pubblico nei giorni dell’emergenza sanitaria.

Scherza con i fanti prodotto e distribuito da Istituto Luce-Cinecittà è uno dei documentari più premiati dell’anno. Il film sarà presto disponibile sulla piattaforma Zalab. Prossimamente sarà edito in cofanetto con la colonna sonora curata da Ambrogio Sparagna, un viaggio tra le guerre e verso la pace, attraverso i canti del popolo.

La videoclip

https://www.youtube.com/watch?v=yLB-qkKGUag&feature=youtu.be

 

In apertura

In apertura una foto della Liberazione tratta da “Comando Militare Nord Emilia – Dizionario della Resistenza nell’Emilia nord-occidentale” degli Istituti storici della Resistenza di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

 

 

Autore dell'articolo: Luisa Gabbi