Punta Sacra, viaggio alla Foce del Tevere tra gli ultimi di Pasolini

Un lembo di terra alla foce del Tevere, a pochi passi dal luogo dell'omicidio di Pierpaolo Pasolini, dove resiste ancora una comunità composta da cinquecento famiglie

All’Idroscalo di Ostia, a pochi passi dal luogo dell’omicidio di Pierpaolo Pasolini, resiste ancora una comunità composta da cinquecento famiglie, proprio sulla foce del Tevere, le persone che ci vivono lo chiamano Punta Sacra. Sorto nel dopoguerra e cresciuto con le ondate di immigrazione e di espulsioni dalla città, gli ampi spazi di quest’ultimo “borghetto” di Roma sono stati in gran privatizzati per la costruzione del porto turistico.

Ora un documentario, Punta Sacra di Francesca Mazzoleni, racconta la vita della comunità dell’Idroscalo di Ostia, oggi composto da 500 famiglie. Mentre i bambini corrono liberi giocando attorno a macchine distrutte, la comunità proclama il diritto a poter continuare a vivere in quel luogo. Il loro incubo è vedere a pezzi le loro case definite “baracche” dai giornali, e poi, chissà dopo quanto tempo, vederci fiorire al loro posto un cinema o un hotel per turisti.

Protagonista del documentario è Franca, una donna a capo di una famiglia completamente al femminile, narratrice e motore delle storie che rendono vivo quel lembo di terra.  Le donne sanno di lottare tutte indistintamente per ottenere i servizi di urbanizzazione di base – autobus decenti, strade asfaltate, allaccio alla rete idrica, rinforzo dell’argine del Tevere e garantire ai bambini del quartiere un futuro dignitoso.

Un racconto fra realismo e proiezioni nell’immaginario, fra nostalgia ed inevitabile pragmatismo. “Puntasacra” “mira a mostrare l’altro lato di un luogo complesso che, per molti anni, è stato sempre e solo associato alla morte di Pasolini, nonché al degrado della periferia e ai film polizieschi.

Unica pellicola italiana in concorso nella sezione ufficiale di Visions du Réel, uno dei maggiori festival internazionali dedicati ai documentari, il  film sarà disponibile in streaming nella sala virtuale del festival dal 25 aprile al 2 maggio per una platea di 500 accreditati e per la stampa. Prodotto da Morel Film in associazione con Patroco Film. Distribuzione internazionale True Colours.

La regista, Francesca Mazzoleni,  nata a Catania nel 1989 e  diplomata in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ha alla spalle diversi cortometraggi per i quali ha vinto vari premi, tra cui la nomina ai Nastri d’Argento 2015 per Il Premio. Nel 2017 vince una borsa di studio in regia di MusicVideo alla New York Film Academy di New York e nel 2018 esce il suo primo lungometraggio per il cinema, il coming of age Succede tratto dall’omonimo romanzo di Sofia Viscardi, prodotto da Indigo Film e Warner Bros Italia. Le musiche originali di Punta Sacra sono di Lorenzo Tomio, Teho Teardo ha composto per il film il brano Cadence féminine, Enrico Minaglia ha composto Un 2 di cuori.

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero