A Colazione da Tiffany con Golightly

Luana Papavero guarda per la sua creazione al White Angel bevuto da Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany

Golightly di Luana Papavero, barmanager di Riso di Roma, è stato creato traendo ispirazione dal White Angel bevuto da Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany, il film di Blake Edwards del  1961. Un Martini Cocktail che prevede solamente l’utilizzo di gin e vodka miscelati. Sfatando il mito della donna che beve solo drink dolci e leggeri, Holly Golightly era una gran bevitrice di cocktail secchi e forti. “Ho voluto riproporre una mia rivisitazione, ammorbidendo la vodka Imperial Gold con le note aromatiche del VII Hills Italian Dry Gin, del vermouth ambrato, di una punta di Liquore Strega e alcune gocce di tintura al melograno, racconta Papavero. “Il mio lato romantico, spontaneo e libertino, incontra quello del personaggio interpretato dall’attrice”.

Gli ingredienti sono: 4,5 cl VII Hills Italian Dry Gin; 1,5 cl vodka Imperial Gold; 1,5 cl Martini Ambrato; 2 spoon Liquore Strega e 3 dash di tintura al melograno. Con la tecnica dello stir&strain, versare tutti gli ingredienti in un mixing glass precedentemente freddato, aggiungere ghiaccio fino all’orlo e mescolarlo con un bar spoon fino al raggiungimento della temperatura e della diluizione desiderata. Versare in una coppetta Martini raffreddata e servire, dopo aver profumato con gli olii essenziali della scorza di limone.

Il risultato è un drink fresco e dissetante, da consumare in qualsiasi momento della giornata.

Autore dell'articolo: Redazione