Cucinema, il contest ispirato al cinema dedicato al food e al mixologist

La manifestazione giunta alla seconda edizione è rivolta a chef e mixologist che si sfidano a colpi di gustosi piatti e cocktail

Film e buon cibo. È questo il connubio perfetto di Cucinema 2018, la manifestazione itinerante organizzata da Ciak si Cucina, Deacomunicazione Eventi e Born Studio 03. Un vero e proprio contest a tappe che vede i migliori chef e mixologist della Capitale cimentarsi con piatti e cocktail dedicati ai grandi classici del cinema, votati poi da una giuria composta da giornalisti, esperti del settore e dal pubblico.Giunto alla sua seconda edizione, Cucinema propone sfide mozzafiato tra giovani chef e mixologist.

Vincitore della prima tappa mixology è stato Paolo Barbini, dell’Aleph Rome Hotel, con un cocktail a base di ostriche e spezie ispirato al film “Il sapore del successo”. Patrizio Boschetto di Achilli al Dom ha vinto invece la seconda tappa con “Vesper Caprese” drink ispirato a “Casino Royale”. La terza tappa, la prima dedicata al food, ha visto trionfare Pierluigi Gallo, chef di Giulia Restaurant con “Senza“, piatto ispirato al film “Terapia e Pallottole” composto da tortellini all’uovo ripieni di spaghetti con le vongole.

Era ispirato a “Il Gladiatore” il cocktail che si è aggiudicato il primo premio per la quarta tappa mixology. A idearlo Bruno Rocco di Pantaleo Food & Wine, mentre la quinta tappa, dedicata di nuovo al food, è stata vinta da Valerio Chiacchierini e Davide Lombardi di Cento Gourmet con un cosciotto di cinghiale avvolto nella pelle del pollo ispirato al film “Asterix e Obelix contro Cesare”.

Lo scorso 5 novembre, nell’incantevole spazio di Achilli al Dom in via Giulia a Roma, è andata in scena la sesta tappa. Il vincitore è stato il Resident Chef Alessio Tagliaferri  con un piatto ispirato a “Benvenuti al Sud”, la Triglia del Mediterraneo accompagnata da patate e rape arcobaleno, caponata ma lavorata con la senape di Digione, e ceviche richiamato dalla salsa fresca, acida e una punta di dolcezza. Tagliaferri ha battuto le eccellenti proposte di due giovani e promettenti chef: “Ricordo di una nizzarda”, realizzato da Simone Ballicu di Gola ai Parioli,che consisteva in un trancio di tonno scottato con estratto di pomodoro, polvere di rucola, cipolla candita, caviale di tuorlo d’uovo, spuma di patate e olive taggiasche, ispirato al film “Ocean Eleven”, e “Spaghetti Mario Ruoppolo” di Aureliano Procacci, chef di Beliveat, ispirato al “Il Postino”, cioè cialda di pasta soffiata con crudo e cotto di carciofo e sughetto della nonna è stata infine la proposta di Procacci ispirata al film “Il Postino”.

La prossima tappa mixology si svolgerà giovedì 15 novembre da Spirito, bar e speakeasy nel quartiere Pigneto. A confronto il Resident bartender Spirito Emiliano Giordano con il cocktail  “C’est la vie” ispirato al film “Moulin Rouge”, il guest bartender Luca Moroni, di Aqua Terrace Roof-Top bar con il cocktail  “Saburo Sakai” ispirato al film “The Aviator” ed infine guest bartender: Nicholas Valeri, La Zanzara, con  “Frizzy crusta” ispirato al film “A beautiful mind”

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero