Migranti sull’Olimpo: Uno spettacolo controcorrente rispetto allo spirito del tempo

Gli interpreti sono dodici attori-studenti della scuola di italiano, provenienti da nove paesi ed etnie diverse, a cui si vuole trasmettere la conoscenza della cultura classica greco-latina attraverso la Mitologia e il paganesimo

La Focus-Casa dei Diritti Sociali presenta “Gli Dei dell’Olimpo”. Lo spettacolo debutterà il 15, 16, 17 giugno prossimo al Teatro Belli di Trastevere.  Il testo, scritto da Magda Mercatali, attrice e insegnante volontaria presso la scuola di italiano per migranti di via Giolitti, affronta con ironia e gusto del grottesco il tema delle diversità e delle differenti credenze religiose.

I personaggi sono gli Dei, i capricciosi abitatori dell’Olimpo, ma la vera novità sono gli interpreti. si immagina una normale giornata nell’Olimpo (ai tempi nostri) tra Dei litigiosi, gelosi, facili all’ira e alla commozione, potenti e temibili ma soggetti a debolezze simili a quelle dei poveri abitanti della terra, ai quali guardano con pietà, stizza e compiacimento: discutono di religioni, guerre, amori e arte, ma lo fanno anche animati da un pizzico di crudeltà, perché gli uomini non hanno saputo avvalersi con intelligenza del libero arbitrio da loro donato con generosità.

Ma la vera novità sono gli interpreti. Gli attori sono dodici ragazzi della scuola di italiano di via Giolitti che provengono da nove paesi ed etnie diverse.Il laboratorio teatrale è un’ offerta che si aggiunge al percorso didattico che gli attori-studenti hanno accolto con entusiasmo.

Infatti Giove è un ragazzo del Biafra, Giunone viene dal Perù; Apollo è del Bangladesh, mentre Minerva è ucraina; Cupido è della Guinea, Vulcano viene dalla Nigeria come Venere; Mercurio è arrivato dal Marocco, mentre Marte è georgiano.

La scuola di italiano di via Giolitti è un’iniziativa di Focus- Casa dei Diritti sociali, un’associazione di volontariato laico che opera a sostegno delle persone svantaggiate e vulnerabili tutelandone i diritti. Tra le attività. Si occupa di migranti in termini di integrazione linguistica e di inclusione sociale.  I

Il ricavato dalla vendita dei biglietti servirà a finanziare le attività della scuola.

Autore dell'articolo: Redazione