Il Silent Festival entra nel vivo, ancora grandi eventi fino al 28 settembre

A Roma fino al 28 settembre il Silent Festival, un format culturale innovativo a basso impatto ambientale ed energetico che vede nell’utilizzo delle wifi headphones un efficace strumento di aggregazione capace di coinvolgere un pubblico eterogeneo.

Se non avete mai partecipato ad un Silent Festival, questo è il momento! Fino al 28 settembre il Silent Rome Festival, il primo festival multidisciplinare completamente “Silent” della capitale vi attende. Un format culturale innovativo a basso impatto ambientale ed energetico che vede nell’utilizzo delle wifi headphones un efficace strumento di aggregazione capace di coinvolgere un pubblico eterogeneo.

Cuore della III edizione del Festival è nuovamente Villa Farinacci, nella zona Casal de’ Pazzi di Roma e quest’anno si amplia la diffusione sul territorio con quattro tappe itineranti a partire dall’evento di pre- apertura il 14/9 al  Parco Cavallo Pazzo (Casetta Rossa – Garbatella) in collaborazione con “Festa dell’Altra Estate” –  il 20/9 al Mercato Trieste (Nomentano), il 22/9 a P.zza Santa Maria Consolatrice (Casal Bertone) e il 28/9 al  Parco della Balena (San Basilio).

Lo spettatore sarà ancora una volta il vero protagonista di quest’esperienza: libero di muoversi nello spazio, sceglierà direttamente dalla cuffia wifi cosa e dove ascoltare, andando alla scoperta delle tante attività proposte durante il Festival.

Tutti gli eventi saranno gratuiti è consigliata la prenotazione tramite il sito www.silentromefestival.it

Il Silent Rome Festival comprende quattro Sezioni che si susseguiranno nel corso delle giornate: spettacoli innovativiper bambini e ragazzi, presentazione di libri con gli autori, proiezioni cinematografiche, e quest’anno la Silent Disco, per raggiungere e coinvolgere un pubblico eterogeneo e trasversale per età, provenienza e cultura: dai giovani alle famiglie, dai bambini agli anziani.

La manifestazione ha inoltre per la sua natura un basso impatto ambientale nonché acustico, se messo in relazione con il numero di partecipanti. Gli eventi prevedono degli allestimenti leggeri e facilmente trasportabili, ma di grande effetto, e incentrati sull’utilizzo di strumentazione ad alta innovazione ed efficienza energetica.

La III edizione del Silent Rome Festival declina il format in 10  giornate, ognuna con un tema principale: si inizia mercoledì 14 Settembre con la pre-apertura a Casetta Rossa (Parco Cavallo Pazzo) nel cuore della Garbatella un evento dedicato alla disabilità, grazie a performance per bambini ed adulti, con lo spettacolo Leggermente Frizzante di Niccolò Frasso, l’incontro con l’autore Luca Trapanese per la presentazione del romanzo Le Nostre Imperfezioni e la proiezione del documentario Il Sentiero Blu di Gabriele Vacis.

Si prosegue venerdì 16  settembre con l’Evento di apertura del Silent Roma Festival 2022 a Villa Farinacci dedicato alle artiste, esecutrici ed interpreti donne, per una giornata ricca di performance per bambini ed adulti, proiezioni di cinema e incontro con le scrittrici.  La serata, dedicata alle artiste e performer donne, ospiteràil debutto romano della performance di danza Alla ricerca del mio posto con la danzatrice Silvia Pinna, una produzione di Roerso Mondo in collaborazione con il Silent Sardinia Festival e la Fondazione Sardegna; la presentazione di Niente di Vero di Veronica Raimo, opera vincitrice del premio Strega Giovani 2022alla presenza dell’autrice e con il  libraio  Salvatore D’Alessio; e la proiezione di Giulia di Ciro De Caro, la cui protagonista la vinto recentemente il David di Donatello e il Nastro D’Argento come miglior attrice protagonista. Seguirà la prima delle Silent disco Night  in cui si alterneranno alla consolle diverse Dj donne, tra cui il duo Tubab.

Il 17 settembre terza serata del Silent Rome Festival 2022 dedicata alla multiculturalità e all’incontro tra culture diverse, per una giornata ricca di performance per bambini ed adulti, proiezioni di cinema e incontri con gli scrittori tra cui Ubah Cristina Ali Farah che presenta il libro Le stazioni della luna e il regista Daniele Gaglianone che presenterà il documentario Dove Bisogna Stare. Per la Kids Area il debutto romano della Silent Tales L’Albero che non sapeva dire di no di Ania Rizzi Bogdan, una produzione di Roerso Mondo in collaborazione con il Silent Sardinia Festival e la Fondazione Sardegna; Seguirà la Silent disco Night   dedicata ai ritmi dal mondo con musica reggae e balkan. Tutto a Villa Farinacci.

Domenica 18 settembre serata dedicata alle proposte del territorio in collaborazione con l’Associazione Umanistan e ilComitato di Quartiere Kant Nomentana.Performance per bambini ed adulti, proiezioni di cinema e incontri con gli scrittori. Omaggio a Pier Paolo Pasolini con  Pasolini, Ancora con Massimo Arcangeli, docente di Linguistica Italiana; letture di poesie e brani a cura di  Antonietta Terra, Marco Masolin, Beniamino Furcolo. Ibrani musicali saranno eseguiti da  Maurizio Bufacchi, Thania Fabiani, Ania Rizzi Bogdan. L’omaggio a Pasolini si chiude con la proiezione de Il Decameron presentano Ing. Catello Masullo e la Prof.ssa Luciana Burlin.  Nel pomeriggio la presentazione del libro di Antonia SpalivieroLa Compagna Natalia da parte della figlia Giulietta Vacis e lo spettacolo di danza “Alla ricerca del mio posto” con e di Silvia Pinna.

Martedì 20 settembre, secondo evento collaterale del Silent Rome Festival 2022 dedicata ai bambini e alle famiglie. Il Mercato Rionale Trieste apre le porte al Festival per ospitare un innovativo format di animazione culturale: Silent Kids a Mercato Trieste. Due le animazioni culturali nate da Michele Moi, musicista e compositore, nonché Presidente di Roerso Mondo Associazione Culturale e due giovani artiste. Dal pomeriggio a sera si succederanno presso lo spazio del Mercato, sia le Silent Tales, con l’attrice Ania Rizzi Bogdan e la performance Alla ricerca del mio posto, di e con la danzatrice Silvia Pinna, e che viene riadattata a questo luogo informale.

Giovedì 22 settembre tappa a Casal Bertone. La Piazza centrale del quartiere, P.zza Santa Maria Consolatrice si anima di performance per bambini ed adulti, con lo spettacolo “L’Albero che non sapeva dire di no” di Ania Rizzi Bogdan, e la proiezione del film Diabolik dei  Manetti Bros alla presenza dei registi.

Secondo fine settimana del Silent Rome Festival 2022, venerdì 23 settembre  a Villa Farinacci, che si anima per un pomeriggio di performance rivolte ai bambini e agli adulti. Con  il concerto spettacolo Imprevedibili armonie – Le stanze della musica (con Alessandra Moretto, Ornella Caponero, Michele Moi), una produzione di Roerso Mondo in collaborazione con il Silent Sardinia Festival e la Fondazione Sardegna e che debutta per la prima volta a Roma.

Si prosegue sabato 24, con una serata dedicata alla valorizzazione della cultura undergrounde i giovani con la proiezione del film documentario Atlantide di Yuri Ancarani e, a seguire, l’immancabile Silent Disco Night,  dedicata alla musica underground.

Domenica 25, ultima serata del Silent Roma Festival 2022 a Villa Farinacci che ospiterà la proiezione di  Freaks Out di Gabriele Mainetti e quella di Yaya E Lennie – The Walking Liberty  di Alessandro Rak. Nel pomeriggio il concerto spettacolo Imprevedibili armonie – Le stanze della musica (con Alessandra Moretto, Ornella Caponero, Michele Moi).

Ultima tappa del Silent Rome Festival On Tour, il 28 settembre a Parco della Balena, nel cuore di San Basilio, dove sarà ospitato un evento dedicato alle donne e alla socialità, grazie a spettacoli di danza e teatro sociale per bambini ed adulti, e proiezioni di cinema con gli autori. Tra questi la  performance teatrale Streghe Innamorate a cura di Spazio Donna e Le voci di Marco Cavallo a cura di Teatro Popolare San Basilio. In serata anche le proiezioni del cortometraggio Un altro genere di storia di Maria Iovine, in collaborazione con BeFree Cooperativa Sociale e del documentario  Climbing Iran di Francesca Borghetti in collaborazione con Feelmare: il cinema delle donne 2021.

Le quattro sezioni del festival

La Kids Area – direzione artistica del musicista e compositore Michele Moi – è uno spazio dedicato ai più piccoli, dai 3 ai 12 anni, che potranno fruire di brevi spettacoli originali, a ripetizione. Nella kids area si alterneranno letture animate create per un ascolto sonoro immersivo e innovativi spettacoli musicali. Siamo felici di ospitare tre produzioni originali nate tutte in collaborazione con il Silent Sardinia Festival 2022 (luglio-agosto 2022, Nord Sardegna) e grazie al contributo della Fondazione Sardegna e con

Alla ricerca del mio posto”, innovativo spettacolo di danza contemporanea di e con Silvia Pinna. Musiche originali e drammaturgie sonore di Michele Moi.

L’Albero che non sapeva dire di no”, Silent Tales, di e con Ania Rizzi Bogdan. Musiche originali e drammaturgie sonore di Michele Moi, e la collaborazione di Antonio Sotgiu.

Imprevedibili armonie | Le stanze della musica”, un innovativo e coinvolgente spettacolo musicale con Michele Moi (violino e tastiera), Ornella Caponero (giocoleria) e Alessandra Moretto. “Imprevedibili Armonie” è il primo capitolo del progetto “Le Stanze della Musica” che mira ad attrarre nuovi utenti alle tecniche della musicoterapia infantile basata sul gioco tramite la messinscena di concerti/spettacolo divertenti e per tutte le età.

Il Book Corner – direzione artistica di Gilda Ciccone e Salvatore D’Alessio – è il momento dedicato alla presentazione di un romanzo edito recentemente e legato a un tema affrontato nella giornata. Salvatore d’Alessio, libraio, cura la sezione e modererà gli incontri con gli autori. Gli scrittori presenti saranno Luca Trapanese (14/9), Veronica Raimo (16/9) – vincitrice del Premio Strega Giovani 2022- Ubah Cristina Ali Farah (17/9), Giulietta Vacis (18/9) che presenta il libro della madre Antonia Spaliviero scomparsa prematuramente.

Il Silent Apecar Cinema – direzione artistica Cecilia Chianese, Maria Vittoria Pellecchia e Fabrizio Ferrari – è la sezione del Festival  in collaborazione con il RIFF – Rome Independent Film Festival e EiKon Associazione Culturale. Eikon torna inoltre con 3 proiezioni della rassegna “Feelmare il cinema delle donne 2022”. Tra i registi ospiti Ciro De Caro (16/9), Daniele Gaglianone (17/9), i Fratelli Manetti (22/9) e Francesca Borghetti (28/9). Le proiezioni saranno presentate da registi e attori presenti e saranno organizzate tramite l’utilizzo di un’Apecar che diventa per l’occasione schermo cinematografico. Grazie a questa idea innovativa gli spettatori potranno usufruire di un cinema aggregativo, inusuale e itinerante.

Il format Silent disco Night è l’intrattenimento Silent per eccellenza. Un coloratissimo spettacolo durante il quale il pubblico può decidere, con un semplice Click dalla cuffiawifi, quale musica ascoltare tra le 3 trasmesse contemporaneamente e dai ritmi più disparati.

Non solo una selezione a 360° ma special performance renderanno ancor più indimenticabile Villa Farinacci location delle serate.

Durante tutte le giornate del Festival, gli spettatori saranno liberi di visitare la Villa e il suo parco ascoltando in cuffia contenuti ad hoc.

Qui sotto “Alla ricerca del mio posto” di e con Silvia Pinna vede la drammaturgia sonora di Michele Moi, con la collaborazione artistica di Daniele Toti. Una produzione Roerso Mondo Ass.Cult. Teatro in associazione con Danza Eventi con Il contributo di Fondazione Sardegna.

Autore dell'articolo: Redazione di TheSpot.news