Philax” della regista Rûken Tekeş all’Atelier de la Cinéfondation di Cannes

Philax” della regista Rûken Tekeş è tra i progetti ritenuti più promettenti per la diciottesima edizione dell’Atelier de la Cinéfondation di Cannes

Fenix Entertainment continua a posizionarsi nel panorama cinematografico internazionale con progetti di riconosciuta qualità.

La co-produzione italo-turca “Philax” della regista Rûken Tekeş infatti, dopo aver ottenuto il fondo sviluppo del Göteborg Film Fund 2021, è stato selezionato tra i 16 progetti ritenuti più promettenti e che potranno per questo partecipare alla diciottesima edizione dell’Atelier de la Cinéfondation di Cannes.

L’Atelier, nell’ambito del prossimo festival di Cannes che si terrà dal 17 al 28 maggio 2022, sosterrà i produttori e la talentuosa cineasta Teken nella ricerca di altre produzioni che permettano con il loro ingresso la finalizzazione del film. L’istituzione è stata infatti creata nel 2005 per stimolare il cinema creativo, incoraggiare l’emergere di una nuova generazione di registi e favorire la cooperazione tra realtà cinematografiche provenienti da tutto il mondo

Philax costituisce il debutto di Rûken Taken nel lungometraggio di finzione; il suo precedente film “Aether” è stato infatti realizzato in forma documentaristica ed è stato presentato con plauso critico in anteprima al Concorso Internazionale di Visions Du Réel nel 2019.

“Philax” è ambientato su una sperduta isola turca dell’Egeo, nel quale risiedono 12 anziani greci, ignari del recente colpo di stato che ha colpito il paese e decisi a morire nella loro amata terra. Seguendo il percorso dell’asinello Philax da un proprietario all’altro, narrerà la vicenda di questi sopravvissuti, nell’alternanza di resistenza, paura e speranza.

La compagine produttiva è composta al momento dal collettivo turco Sarya Film di Billur Arikan e della stessa regista Tekeş e da Fenix Entertainment nelle persone di Riccardo di Pasquale e Gabriele Oricchio

Autore dell'articolo: Monica Straniero