Animali Fantastici, i Segreti di Silente

Animali Fantastici: I Segreti di Silente è il sequel di Animali Fantastici e Dove Trovarli (2016) e Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald (2018). Gli eventi di questa serie cinematografica, che arricchisce il Wizarding World di J.K. Rowling, hanno luogo tra il 1926 e il 1945, quindi circa cinquanta anni prima degli eventi narrati nei libri e nei film di Harry Potter.

Uno dei film più attesi dell’anno, vale a dire il terzo capitolo della saga di Animali FantasticiI Segreti di Silente, arriva finalmente nei cinema italiani a partire dal 13 aprile, diretto da David Yates e scritto a quattro mani da J. K. Rowling e Steve Kloves.

Animali Fantastici: I Segreti di Silente è il sequel di Animali Fantastici e Dove Trovarli (2016) e Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald (2018). Gli eventi di questa serie cinematografica, che arricchisce il Wizarding World di J.K. Rowling, hanno luogo tra il 1926 e il 1945, quindi circa cinquanta anni prima degli eventi narrati nei libri e nei film di Harry Potter.

I Crimini di Grindelwald, l’ultimo film pubblicato della saga di Animali Fantastici, ci aveva lasciato a Parigi, dove gli eroi del Mondo Magico avevano cercato di sventare l’ascesa del mago oscuro Gellert Grindelwald e di evitare la distruzione della capitale francese, riuscendo solo parzialmente nel loro intento: Grindelwald, infatti, era riuscito a mettersi in fuga, insieme a moltissimi nuovi seguaci, tra cui Queenie Goldstein.

Ne I Segreti di Silente, dunque, Il professor Albus Silente (Jude Law) sa che il potente mago oscuro Gellert Grindelwald (Mads Mikkelsen) è intenzionato a prendere il controllo del mondo magico. Non essendo in grado di fermarlo da solo per via di un patto di sangue, Silente chiede al magizoologo Newt Scamander (Eddie Redmayne) di formare un’intrepida squadra di maghi, streghe e persino un babbano per una pericolosa missione, dove incontrano vecchie e nuove creature e si scontrano con la crescente legione di seguaci di Grindelwald. Questa squadra ci permetterà di vedere di nuovo delle vecchie conoscenze, presenze solamente accennate nei film precedenti che ora trovano più spazio: la frizzante e perspicace Insegnante di Incantesimi Eulalie Hicks (Jessica Williams), l’austero calcolatore Purosangue Yusuf Kama (William Nadylam), il fratello di Newt e Capo del Dipartimento Britannico degli Auror Theseus Scamander (Callum Turner), l’altruista e preparata Assistente Magizoologa Bunty (Victoria Yeates) e, ovviamente, il babbano pasticcere Jacob Kowalski (Dan Fogler). Dalla parte opposta, tra le fila di Grindelwald, rivedremo invece l’Obscuriale Credence Barebone (Ezra Miller), la fedele Purosangue Vinda Rosier (Poppy Corby-Tuech) e la Legilimens Queenie Goldstein (Alison Sudol).

Il sorprendente cast artistico, in parte già visto nei film precedenti, conta anche un’importante novità ampiamente discussa dalla stampa e dall’opinione pubblica: l’arrivo di Mads Mikkelsen nei panni di Gellert Grindelwald, precedentemente interpretato da Johnny Depp e poi sostituito in seguito alle accuse di violenza domestica ricevute da Depp. Dopo aver visto il film, tuttavia, possiamo confermare l’avvedutezza di questa decisione non solo sul piano etico e morale, ma anche e soprattutto sul piano artistico. Il Gellert Grindelwald de I Segreti di Silente, infatti, è il miglior Grindelwald di sempre, grazie alla magnifica interpretazione di Mads Mikkelsen che non solo sembra essersi calato perfettamente nella parte del villain della saga, ma che riesce a rappresentarne ogni piccola e variegata sfaccettatura: dal megalomane tiranno, all’abile comunicatore, passando per la figura a tratti amorevole e paterna. Tutto questo è il Gellert Grindelwald di Mads Mikkelsen, in questo terzo film più profondo che mai.

Il titolo del film, tuttavia, ci suggerisce anche un’altra presenza importante: quella di Albus Silente, interpretato da Jude Law. Pur essendo costretto a restare in disparte mentre la squadra cerca di impedire che Grindelwald ottenga ancora più potere (soprattutto politico!), infatti, Albus Silente sarà più che presente all’interno del film e così sarà anche la sua famiglia, incluso suo fratello Aberforth (Richard Coyle). Molti saranno i segreti a essere svelati nel corso del film e altrettanti saranno i chiarimenti che i fan più accaniti potranno finalmente ricevere su aspetti della trama e persino su quelli più tecnici relativi alla magia. D’altronde, poteva forse essere altrimenti, con la geniale J. K. Rowling alla sceneggiatura?

E, a proposito di magie, ne I Segreti di Silente se ne vedranno di nuove e spettacolari, insieme a delle vecchie e nuove Creature Magiche che saranno a dir poco centrali per lo sviluppo della trama.

In conclusione, tutti gli elementi di questo terzo film funzionano perfettamente. Per i più affezionati, I Segreti di Silente saranno un entusiasmante ritorno a casa, alla magia e al mondo magico plasmato da J. K. Rowling, senza tuttavia dimenticare che questo è solo il terzo capitolo di una saga che si estenderà per un totale di cinque film e che quindi ha ancora moltissimo da raccontare. E noi già impazienti di conoscerne il seguito!

Autore dell'articolo: Floriana Lovino