Vinoforum: weekend di chiusura in gran stile

Straordinario successo di pubblico per la manifestazione che chiude con un weekend ricco di appuntamenti. I 12mila mq del Parco di Tor di Quinto per un percorso tra 2500 etichette, i piatti dei Temporary Restaurant e Masterclass con alcuni dei nomi più importanti nel mondo della viticoltura

Roma, venerdì 17 settembre 2021 – Sono numeri importanti quelli registrati da Vinòforum per questa diciottesima edizione, con migliaia di appassionati che ogni sera visitano i 12.000 mq de Lo Spazio del Gusto, slalomeggiando tra le 2.500 etichette e le molte proposte gastronomiche. In un percorso sensoriale unico, con tappe intriganti come la “Mix&Spirits Hospitality”, il Bar à Champagne, le postazioni dei grandi Consorzi di Tutela come Prosecco DOC, Roma DOC, Friuli DOC e Cesanese DOC. O concedendosi il piacere di una degustazione di Extravergine oppure un corso sul caffè. In sintesi, una manifestazione che si conferma tra le più importanti del settore in Italia e che, per il weekend di chiusura, propone un programma di assoluto livello.

Partiamo con i Temporary Restaurant, fiore all’occhiello della manifestazione, che per le tre serate conclusive vede ai fornelli una pattuglia di locali tutti romani.

Venerdì 17 Ciro Scamardella (Pipero), Edoardo Fraioli (Maritozzo Rosso), Villarico Nesencio Jun (Romeo Cat Bistrot), Mario Boni (Da Francesco), Fry Hard e Marco Marini (Marco Marini Restaurant). Sabato 18 e domenica 19 sarà la volta di Micaela Giambanico (Mikachan), Andrea Pasqualucci (Moma), Ciro Alberto Cucciniello (Carter Oblio), Emanuele Paoloni (Aqualunae), Andrea Massari (Baby Bag) e Ruqaia Agha (Hummus Town).

Proseguono anche gli appuntamenti con The Night Dinner. Venerdì 17 al centro del palcoscenico Pierluigi Gallo, giovane e creativo chef di Achilli al Parlamento (Roma). Sabato 18 spazio all’estro di Stefano Marzetti del Mirabelle (Roma). Chiusura domenica 19 con il talento di Franco Franciosi e Francesco D’Alessandro del Mammarossa (Avezzano – AQ).

Ma se i foodies troveranno pane (e tanto altro) per i loro denti, i winelover potranno davvero godere di una straordinaria selezione di etichette E per i più appassionati che hanno già acquistato gli ingressi per i Wine Top Tasting gli appuntamenti sono tra quelli da segnare in rosso sulla propria agenda. Non si è spenta ancora l’eco della degustazione di giovedì di Biondi Santi che ecco arrivare un tris d’assi da leggenda. Venerdì 17 Ca’ del Bosco, regina della spumantizzazione mondiale, presenta la sua label più nota con un’anteprima speciale della riserva Annamaria Clementi. Sabato 18 emozione allo stato puro con un viaggio in uno dei terroir più celebri al mondo: la Borgogna. Domenica 19 si chiude in bellezza con un’etichetta che è nel gotha della produzione mondiale, l’Ornellaia. Mentre la Business Lounge ospiterà, sabato 18, una interessante degustazione delle Cantine Massimi, tra le migliori espressioni del Piglio.

“Una grande conclusione in linea con quanto Vinòforum ha proposto in questa edizione 2021 – dichiara Emiliano De Venuti, CEO di Vinòforum – che veramente ha visto Roma al centro dell’universo enogastronomico, merito anche degli operatori, intervenuti numerosi e capaci di creare situazioni business che fanno parte integrante della natura di Vinòforum. Ma per una volta, oltre a ringraziare le istituzioni, le aziende, i ristoratori e tutti quelli che hanno permesso la realizzazione di un evento così bello e complesso, vorrei ringraziare il pubblico di Vinòforum. Tutti gli espositori hanno sottolineato il livello dei visitatori: entusiasti, competenti, corretti nel rispettare le regole. Ci piace pensare che Vinòforum, in tutti questi anni, sia riuscita a creare un feeling particolare con il proprio pubblico e a portare avanti la cultura del vino e del cibo di qualità”.

e

Autore dell'articolo: Monica Straniero