Racconto del concerto di Elisa all’Auditorium Parco della Musica di Roma

È un momento d'oro per Elisa. Quasi tutti i concerti in programma sono sold out. All'Auditorium Parco della Musica, l'artista friulana ha presentato al pubblico le canzoni del nuovo album “Diari aperti”, uscito lo scorso 26 ottobre e già certificato disco di platino.

Forte e fragile è così che si definisce una delle cantanti italiane più amate e seguite. Il testo della canzone Anche fragile abbassa ogni difesa, ogni armatura, toglie quel velo sottilissimo per arrivare dritto al pubblico, che ha molto apprezzato. Un titolo evocativo quello del nuovo album Diari Aperti, con cui la cantante, decide di mettersi completamente a nudo e raccontarsi con semplicità senza filtri e metafore. Fa emergere ancora di più la sensibilità e la dolcezza, aspetti che hanno sempre contraddistinto Elisa. Un album a cui è arrivata dopo 20 anni di carriera e successi, profondamente cambiata e con maggiori consapevolezze. Elisa nasce nel dicembre 1977 e cresce a Monfalcone, scoperta da Caterina Caselli, scrive il suo primo album Pipes &Flowers, tutto in inglese, il primo singolo, estratto da questo album è Sleeping in your hand. Da quel momento Elisa non si è mai fermata, ha collezionato consensi e successi fino ad arrivare alla vittoria del 51° Festival di Sanremo con il brano Luce (tramonti a nord est) scritta da lei nel dicembre 2000 con la preziosa collaborazione di Zucchero. Oggi, Elisa, si racconta nella maniera più chiara e diretta, brani dai contenuti forti e da cui emergono i valori in cui crede e che trasmette ai propri figli. Non a caso, il brano Promettimi (dedicata al figlio Sebastian) è stato scelto da Save the children per la sua campagna. L’album si apre con il brano Tutta un’altra storia, brano il cui stile si distingue particolarmente da quello solito della cantante e forse proprio per questo è stato apprezzato con entusiasmo e sorpresa dai fan, non a caso è tra la rosa dei brani con cui la cantante chiude la scaletta del tour, e con cui descrive in maniera spensierata l’intensità di una vita in cui ci si può concedere di sbagliare.

Ed è con quest’intensità che la cantante friulana ha iniziato il suo tour nei teatri d’Italia, con date raddoppiate dopo poche ore perché subito sold out. Dopo l’apertura del tour a Latisana, data zero, è approdata anche a Roma per ben due serate, all’Auditorium Parco della Musica. Non sono mancate in scaletta le canzoni più amate dal pubblico tra cui No Hero, L’anima Vola, Eppure sentire, Heaven out of hell, Gli ostacoli del cuore, A Modo tuo, Luce, delle vere e proprie colonne sonore della vita di tanti presenti in sala che hanno cantato a squarciagola emozionandosi inevitabilmente. Ancora una volta, protagonista della serata, la musica.

La musica che unisce e mai separa, che ci rende complici. Più che uno spettacolo, è stato un vero e proprio dialogo tra la cantante e il pubblico, il clima amichevole che ritrovi nel salottino di casa, metafora che utilizza spesso Elisa. Un racconto intimo della vita che spesso ci mette di fronte a scelte, difficoltà, situazioni complesse, da cui ci sembra di non esser in grado di uscire, da cui ci sembra di non poter mai risalire, ma quello che conta è non mollare, restare in piedi se pur barcollando come celebra la cantautrice in Quelli che restano, poesia pura e l’esibizione subisce il tocco magico di Francesco De Gregori che, a sorpresa sale sul palco per duettare con Elisa.

Più di due ore di concerto ed un’energia che sembra anno dopo anno triplicarsi. Un pubblico molto ampio, giovanissimi, adolescenti, adulti, coppie, bambini: Elisa riesce a parlare a tutti grazie alla sua semplicità e spontaneità, non solo per le sue canzoni ma anche per il suo modo di fare, nell’essere semplicemente sé stessa. A fine concerto Elisa ringrazia il pubblico con affetto «Tra il pubblico vedo tanti amici. Roma è la mia seconda casa. Grazie» E se è vero che conta quel che rimane, la musica di Elisa, resterà impressa per sempre per le verità che racconta.

Per coloro che non hanno ancora acquistato il biglietto per le prossime date del tour:

  • Mercoledì 27 marzo – Roma, Auditorium Parco della Musica
  • Giovedì 28 marzo – Roma, Auditorium Parco della Musica
  • Sabato 30 marzo – Napoli, Teatro Augusteo SOLD OUT
  • Domenica 31 marzo – Napoli, Teatro Augusteo SOLD OUT
  • Martedì 2 aprile – Milano, Teatro degli Arcimboldi SOLD OUT
  • Mercoledì 3 aprile – Milano, Teatro degli Arcimboldi SOLD OUT
  • Giovedì 4 aprile – Milano, Teatro degli Arcimboldi SOLD OUT
  • Sabato 6 aprile – Torino, Auditorium del Lingotto G. Agnelli SOLD OUT
  • Domenica 7 aprile – Torino, Auditorium del Lingotto G. Agnelli SOLD OUT
  • Martedì 9 aprile – Torino, Auditorium del Lingotto G. Agnelli SOLD OUT
  • Giovedì 11 aprile – Padova, Gran Teatro Geox SOLD OUT
  • Venerdì 12 aprile – Padova, Gran Teatro Geox SOLD OUT
  • Sabato 13 aprile – Padova, Gran Teatro Geox SOLD OUT
  • Lunedì 15 aprile – Parma, Teatro Regio SOLD OUT
  • Martedì 16 aprile – Brescia, Gran Teatro Morato SOLD OUT
  • Mercoledì 17 aprile – Brescia, Gran Teatro Morato SOLD OUT
  • Venerdì 19 aprile – Trieste, Politeama Rossetti SOLD OUT
  • Sabato 20 aprile – Trieste, Politeama Rossetti SOLD OUT
  • Martedì 23 aprile – Reggio Emilia, Teatro Romolo Vitali SOLD OUT
  • Mercoledì 24 aprile – Reggio Emilia, Teatro Romolo Vitali SOLD OUT
  • Venerdì 26 aprile – Bergamo, Teatro Creberg SOLD OUT
  • Sabato 27 aprile – Bergamo, Teatro Creberg SOLD OUT
  • Lunedì 29 aprile – Cesena, Carisport SOLD OUT
  • Martedì 30 aprile – Cesena, Carisport SOLD OUT
  • Giovedì 2 maggio – Bologna, Teatro Europauditorium SOLD OUT
  • Venerdì 3 maggio – Bologna, Teatro Europauditorium SOLD OUT
  • Sabato 4 maggio – Bologna, Teatro Europauditorium SOLD OUT
  • Lunedì 6 maggio – Milano, Teatro degli Arcimboldi SOLD OUT
  • Martedì 7 maggio – Milano, Teatro degli Arcimboldi SOLD OUT
  • Giovedì 9 maggio – Saint Vincent, Palais Saint Vincent SOLD OUT
  • Sabato 11 maggio – Firenze, Teatro Verdi SOLD OUT
  • Domenica 12 maggio – Firenze, Teatro Verdi SOLD OUT
  • Martedì 14 maggio – Genova, Teatro Carlo Felice SOLD OUT
  • Venerdì 17 maggio – Sassari, Teatro Comunale SOLD OUT
  • Sabato 18 maggio – Cagliari, Fiera
  • Domenica 19 maggio – Cagliari, Fiera
  • Mercoledì 22 maggio – Bari, Teatro Team
  • Venerdì 24 maggio – Roma, Auditorium Parco della Musica
  • Sabato 25 maggio – Roma, Auditorium Parco della Musica
  • Lunedì 27 maggio – Torino, Auditorium del Lingotto SOLD OUT
  • Martedì 28 maggio – Padova, Gran Teatro Geox SOLD OUT
  • Giovedì 30 maggio – Bergamo, Teatro Creberg SOLD OUT
  • Venerdì 31 maggio – Trieste, Teatro Rossetti SOLD OUT

 

 

Autore dell'articolo: Rosy Della Ragione