Luoghi dell’anima”: il festival dedicato a Tonino Guerra

Dal 16 al 21 marzo Santarcangelo di Romagna omaggia Tonino Guerra con il primo festival a lui dedicato e ideato dal figlio Andrea Guerra per raccogliere l’eredità spirituale, culturale, sociale del padre

Nel centenario della nascita di Tonino Guerra, si inaugura a Pennabilli e Santarcangelo di Romagna la prima edizione di “I Luoghi dell’Anima – Italian Film Festival”, una manifestazione ideata e presieduta da Andrea Guerra, con la direzione artistica di Steve Della Casa e Paola Poli. Il festival è visibile su MyMovies dal 18 al 21 marzo 2021.

Il titolo indica luoghi e spazi che la vena poetica, ed in un certo senso anche filosofica,  che Tonino Guerra ha voluto riempire di significati e messaggi rivolti agli abitanti del luogo ed ai turisti che percorrono il centro di Pennabilli ed alcune sue frazioni.Sono luoghi che invitano alla meditazione ed alla riflessione ed evocano tempi trascorsi e resi ancora più suggestivi dalla fantasia con la quale i ricordi si arricchiscono.

Tonino è stato sceneggiatore, poeta, artista, pittore tutto …  – così lo ricorda il figlio Andrea Guerra – Ma non si era mai dedicato alla musica. E io mi ci sono tuffato in questo unico spazio libero in cui lui non si era cimentato. Tonino Guerra aveva questa mentalità di attivista Zen.  Pennabilli rappresentava una ‘metropoli del verde’, un luogo per trovare nuova ispirazione. Un luogo dove Guerra voleva riportare tutta la bellezza che aveva visto nel mondo

Così  nasce lAssociazione Culturale Tonino Guerra  e il Festival “I Luoghi dell’anima” , un museo diffuso composto da ben sette diverse esposizioni, nato dalla mente di Tonino Guerra. Sparsi tra Pennabilli e altri territori dell’Alta Valmarecchia. Questo festival del cinema – ha spiegato il figlio di Guerra – vuole diventare occasione di condivisione dei valori di armonia, dialogo tra i popoli, delle tradizioni contro l’imbarbarimento e occasione di incontro di quei registi cronisti di territori e umanità varie che rinunciano all’intrattenimento puro e che hanno una missione verso un creato pacifico e sostenibile».

Una prima edizione dedicata a opere cinematografiche e televisive in cui l’ambientazione è protagonista, nell’osmosi tra territorio, memoria, immaginazione e racconto. I Luoghi dell’Anima – Italian Film Festival propone in concorso film e documentari che sperimentano nuovi linguaggi per narrare al grande pubblico le memorie e le vicende di luoghi e persone.

 Il tema della prima edizione è “Il cinema e la televisione illuminano i territori”. Il concorso vuole premiare le opere audiovisive particolarmente ispirate all’anima di un paesaggio: tradizioni locali; memorie e storia di luoghi e persone; tutela dell’ambiente e sostenibilità, secondo i principi del “vivere lento”; resilienza ambientale e umana; valorizzazione delle peculiarità di un contesto locale attraverso un linguaggio innovativo. La manifestazione vuole contribuire alla riflessione in ambito sociale e antropologico, culturale ed artistico, in una sorta di scoperta ed “illuminazione” di aspetti poco noti al grande pubblico.  

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero