The Undoing, il thriller con Nicole Kidman e Hugh Grant

La miniserie, composta da 6 episodi e diretta dalla regista premio Oscar Susanne Bier è in arrivo su Sly Atlantic dall'8 gennaio

Con Nicole Kidman e Hugh Grant The Undoing – Le Verità non dette, è la serie evento targata HBO in arrivo l’8 gennaio alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv.

La miniserie, composta da 6 episodi, è stata creata da David E Kelley,  produttore di Big Little Lies, e diretta dalla regista premio Oscar Susanne Bier. Racconta di Grace Fraser (Kidman), una psicoterapeuta newyorchese di successo, e di suo marito Jonathan Fraser (Grant), uno stimato oncologo. A detta di tutti, i Fraser sono l’immagine di una coppia perfetta con una vita privilegiata. Fino a quando un violento omicidio sconvolgerà il loro destino e il peso di verità non dette creerà delle crepe profonde nella loro storia.

Dal romanzo di Jean Hanff Korelitz “You Should Have Known”, caso letterario del 2014, se da un lato, la serie funziona come un semplice thriller psicologico su una donna che mette in dubbio la sua versione della realtà e cerca di ricostruire la sua vita all’indomani di uno shock, dall’altro affronta temi come le relazioni, le certezze del matrimonio, la manipolazione e il privilegio di classe. E pone l’antica domanda: crediamo davvero di consocere chi abbiamo vicino? Quanto siamo disposto ad amare chi ci circonda se c’è la minima possibilità che abbia commesso qualcosa di spregevole?

Jonathan può essere un adultero e un bugiardo, anche se il clichè del marito fedifrago è ormai usurato, ma questo lo rende un assassino? Grace deve vagliare le sue emozioni, percezioni e fatti per arrivare a una risposta. The Undoing è una costruzione di dettagli e indizi che, come in un ingranaggio perfetto, alla fine sono destinati a tenere lo spettatore con il fiato sospeso su di ciò che sta accadendo. 

Visivamente efficaci le scenografie e d’effetto anche la fotografia, mozzafiato gli scatti di Kidman incorniciata in una finestra o quelli che ritraggono le luci soffuse dell’appartamento del padre di Grace. Huge Grant, che ha costruito la sua carriera su ruoli di leggero incantatore di commedie romantiche, si rivela un antieroe stratificato e credibile. Nicole Kidman rimane invece imperscrutabile. I primi piani sugli occhi dell’attrice sono efficaci per  mettere in discussione continuamente il punto di vista. Tutti sono sospettati e non ci si può fidare di nessuno. È un topos narrativo abbastanza generico per questo tipo di vicenda, eppure il senso di deja vue funziona. 

Donald Sutherland nei panni del suo padre protettivo, Franklin, è magnetico. Noma Dumezweni, celebre per essere stata la prima Hermione di colore nello spettacolo teatrale di Harry Potter, interpreta un avvocato senza scrupoli. Nel cast anche Matilda De Angelis (Veloce come il vento, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose), Elena Alves, una giovane artista madre di due figli che entra nella cerchia di amicizie di Grace mentre pianifica una raccolta fondi per la prestigiosa scuola frequentata dai loro figli.

Sebbene il finale possa deludere alcune persone, la serie nel complesso è coinvolgente e vale sicuramente la pena guardarla.

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero