Eni Gas e Luce e Eataly insieme per diffondere la cultura della sostenibilità

Una partnership all'insegna dell'efficienza energetica e delle eccellenze alimentari e contro lo spreco.

Eataly e Eni Gas e Luce, due colossi, apparentemente così lontani, si alleano per favorire il percorso di efficientamento energetico dell’azienda fondata da Oscar Farinetti. Si chiama “Sentieri Sostenibili per una Nuova Energia”, la partnership siglata il 6 ottobre dalle due aziende con l’obiettivo di diffondere la cultura della sostenibilità e di  educare le persone ad un uso migliore dell’energia e delle risorse.

Nel corso della conferenza stampa, che si è svolta ieri presso la sede di Eataly a Roma, Alberto Chiarini, amministratore delegato di Eni gas e luce, ha infatti più volte ribadito l’impegno della azienda in progetti di efficientamento energetico per edifici privati e condomini e in percorsi di de-carbonizzazione del settore industriale. “Non possiamo più essere solamente un’azienda che porta forniture energetiche all’utenza ma vogliamo essere un vero e proprio consulente energetico per i nostri clienti, intanto insegnando come si può consumare meno energia ma con risultati migliori e poi anche attraverso lo sfruttamento dei nuovi incentivi (Ecobonus) come si può portare la propria casa, il proprio ufficio, la propria struttura commerciale ad essere energeticamente efficiente e a basso impatto”.

Per Nicola Farinetti, amministratore delegato di Eataly, la partnership non è una semplice collaborazione commerciale, ma un’alleanza che si basa su una visione condivisa di valori, per mettere in opera tecnologie in grado di ottimizzare i consumi energetici dei punti vendita riducendo l’impatto sull’ambiente.

Il primo intervento di riqualificazione energetica dei negozi Eataly è stato infatti già effettuato nel punto vendita di Roma dove, grazie all’utilizzo di strumenti di monitoraggio, nell’ultima diagnosi energetica effettuata congiuntamente dai tecnici di Eataly e dagli esperti della divisione Servizi Energetici (ESCO) di Eni gas e luce, è stato identificato che la maggiore causa di consumo è il complesso delle attività di riscaldamento, raffrescamento e ventilazione. Sulla base dei dati acquisiti si è quindi deciso di intervenire sulla riduzione dei volumi per la climatizzazione assicurando, al contempo, eccellenti prestazioni di comfort ambientale e di qualità dell’aria, sia per le persone sia per i prodotti di Eataly.

Eni gas e luce si occuperà poi di valutare la corretta gestione di tutti gli altri impianti già in uso nei diversi punti vendita Eataly, con una manutenzione mirata, il monitoraggio e l’analisi dei consumi e lo studio delle attività comportamentali legate al consumo. Verranno inoltre individuate le possibili aree di miglioramento impiantistico suggerendo investimenti in tecnologie innovative, in soluzioni di recupero energetico e nell’autoproduzione dell’energia.

Ma non è finita qui. Eni gas e luce, da gennaio 2021, si è impegnata a fornire ai negozi Eataly energia verde certificata prodotta da impianti alimentati ricorrendo a fonti rinnovabili.

Autore dell'articolo: Monica Straniero