Endless, un amore senza confini

Esce il 23 settembre Endless il nuovo teen drama di Scott Speer con Alexandra Shipp e Nicholas Hamilton. Verrà distribuito da Eagle Pictures.

Il genere del teen drama è un naturale generatore di soldi ormai collaudato nel tempo, sia in termini di canoni cinematografici che letterari. Guardando il trailer del regista di Endless, di  Scott Speer , si intuisce che l’idea alla base del film è rievocare le atmosfere di Twilight,  la saga di successo che ha reso Robert Pattinson e Kristen Stewart due star di fama internazionale.

Tuttavia questa è solo la superficie di ciò che il film intende offrire, poiché mano a mano che la storia assume i contorni di una romantica esplorazione del dolore e del paranormale.  Endless vede gli adolescenti Riley (Alexandra Shipp) e Chris (Nicholas Hamilton) diplomarsi al liceo di una sonnolenta cittadina americana. Lei è un’artista in erba in conflitto con una decisione importante, andare a Georgetown per diventare il miglior avvocato della California oppure coltivare la sua passione per l’arte. Mentre lui è un giovane inquieto con poco interesse per il college ma mille attenzioni per la sua moto.

La loro storia d’amore è a un bivio quando la notizia della partenza di Riley per il college diventa di dominio pubblico. Ma prima che possano discuternne, un incidente d’auto spazza via la giovane vita di Chris. Mentre Riley cerca di riprendersi dalla perdita del suo ragazzo, Chris è bloccato in limbo dove può vedere e sentire il mondo dei vivi.

La narrazione malinconica, i viaggi attraverso i boschi e le grandi sfide che si delineano all’orizzonte di questa giovane coppia costituiscono le basi  di un classico dramma adolescenziale. Il cambio di rotta verso il tema del passaggio da una all’altra dimensione, avviene con l’incidente stradale. Un film in cui il mistero della morte permea comunque la narrazione. E’ chiaro che il filone comprende di diritto cult degli anni 90 come Ghost e il Sesto Senso.

Gli incontri ultraterreni tra Riley e Chris sono più di un accenno alla storia di amore tra Demi Moore e Patrick Swayze. Sia Alexandra Shipp che Nicholas Hamilton creano così una relazione che è un pelo più credibile di una normale storia d’amore adolescenziale.

Un film riuscito grazie anche all’interpretazione dell’attrice protagonista che si fa carico di raccontare il trauma della perdita e delle sue implicazioni sociali, relazionali e psichiche.

Autore dell'articolo: Monica Straniero