PA Social Day, una no stop della comunicazione digitale in Italia

Il 20 maggio diretta web con l'associazione PA Social: da 18 città oltre 130 social media manager, comunicatori, giornalisti racconteranno il meglio della comunicazione digitale nel Paese e le buone pratiche sperimentate, prima e durante la Covid-19. Di Costanzo: "L'emergenza ha acceso i riflettori sul digitale. E' il momento di nuove idee per guardare avanti"

Il meglio della comunicazione e informazione pubblica digitale in Italia è in arrivo mercoledì 20 maggio con il PA Social Day, una diretta no stop on line organizzata dall’Associazione per la nuova comunicazione Pa Social.

Sotto il titolo Web, social, chat, intelligenza digitale – l’Italia dell’informazione e della comunicazione digitale” l’evento riunirà on line da 18 città e più 130 esperti.  Per nove ore, dalle 10 alle 19, racconteranno le proprie esperienze sulle strategie e l’utilizzo dei social al servizio dei cittadini, prima e durante la Covid-19. Mattatore e conduttore della giornata sarà Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social.

Terza edizione, la prima virtuale

Alla terza edizione, la prima interamente virtuale, il PA Social Day 2020 si terrà sul sito dell’associazione  www.pasocial.info  e sui profili Facebook, Twitter e YouTube. Il pubblico commenterà in diretta con l’hashtag #pasocial. Collegamenti da Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Campobasso, Cava dè Tirreni, Cosenza, Firenze, Genova, Lanciano, Milano, Monfalcone, Padova, Palermo, Perugia, Roma, Rovereto, Torino.

I protagonisti saranno comunicatori, giornalisti, social media manager, amministratori pubblici, manager, professionisti del digitale in enti pubblici, utilities, imprese.  Sarà una grande tavola rotonda alla quale ogni coordinamento regionale ha proposto un panel tematico sull’utilizzo di chat, social network, web e intelligenza artificiale nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese, nella libera professione.

L’associazione PA Social è nata nel 2017, forte di soci in tutte le regioni è la prima rete in Italia dedicata allo sviluppo della nuova comunicazione. In questi mesi di emergenza è sempre stata in prima linea con un’ampia attività di informazione, comunicazione e di lotta alle notizie false.

 

Francesco Di Costanzo (c) Foto Francesco Pierantoni

Di Costanzo: “L’emergenza ha acceso i riflettori sul digitale”

“In questo periodo non ci siamo mai fermati. Questa terza edizione speciale del PA Social Day – dice Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social –  è una grande opportunità di partecipazione e di confronto in un momento in cui abbiamo bisogno anche di idee e intraprendenza per la ripresa”.

“L’emergenza ha acceso i riflettori sul digitale –  continua Di Costanzo – sull’utilizzo delle piattaforme di comunicazione e informazione come social e chat, ha sbloccato il dibattito sullo smart working, sulle modalità e gli strumenti di lavoro, sulle nuove professionalità, sulla necessità di un coordinamento e di un’organizzazione diversa. Parleremo anche di questo con relatori, buone pratiche, racconti da tutto il Paese”.

Il programma: dalla sanità alla Bellezza

Il programma, organizzato a livello nazionale e con i coordinamenti territoriali, prevede collegamenti con esperti diversi quasi ogni 5 minuti.  Tra i temi principali nel ricco programma della no stop   sanità e gestione di emergenze, smart working, lotta alla disinformazione, turismo, sostenibilità, rilancio delle città, comunicazione di genere, giornalismo e social, partecipazione, marketing e cultura, innovazione, media education, reputazione digitale, antropologia digitale, comunicazione della Bellezza, linguaggio inclusivo e molto altro. Si parlerà anche di una nuova legge della comunicazione pubblica, alla quale PA Social sta lavorando da tempo con il coinvolgimento dei protagonisti del settore.

Tante le pubbliche amministrazioni e le esperienze professionali che saranno presenti ci saranno diverse aziende sanitarie, da Lombardia, Emilia-Romagna  Lazio per quanto riguarda l’emergenza, gli innovatori che guardano alle Blockchain, i creativi, i web designer,  i blogger. Ci saranno esperti dal Ministero Istruzione, dagli istituti scolastici  e dalla Scuola Holden, i sindaci in prima linea e le associazioni di volontariato, le camere di commercio, le Università, le esperienze social di testate giornalistiche come il Corriere e Il Piccolo di Trieste e altri ancora.

Si inizia con “Gli italiani vogliono la rivoluzione digitale” e con Livio Gigliuto, vice presidente Istituto Piepoli e direttore dell’Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale. Tra i tantissimi esperti e ospiti che seguiranno, solo per citarne alcuni, Mario Morcellini, Andrea Martella, Alessandra Migliozzi, Sergio Talamo, Francesco Nicodemo, Stefano Aurighi, Marisandra Lizzi, Alberto Bollis, Cristiano Degano. E ancora Carlotta Alfonsi, Gabriele Palamara, Mattia Morandi, Christian Tosolin, Caterina Perniconi, Marco Caselnuovo, Ernesto Belisario, Gea Ducci, Paolo Iabichino, Amanda Ferrario.

Il PA Social Day è ideato e organizzato dall’Associazione PA Social e realizzato grazie ai partner L’Eco della Stampa, Hootsuite, InfoCamere e ai media partner Agenzia Dire, Cittadini di Twitter,  IPress Live, Igers Italia,  Velocità Media, Innovazione 2020, Digital Media, il Giornale della Protezione Civile.

Foto in apertura (c) Francesco Pierantoni

 

Autore dell'articolo: Redazione