Galà di cinema e fiction, ai cineturisti la Campania piace

Con la cerimonia di consegna dei premi si è conclusa a Castellammare di Stabia la XI edizione di un'edizione di connotata dal talento al femminile e da un'impronta giovane molto significativa

Per la sua undicesima edizione, il Galà del cinema e della Fiction, si è svolto tra Napoli e Castellammare di Stabia dal 7 e l’11 ottobre, entra di diritto nella caleidoscopica e sovraffollata offerta culturale e turistica della regione Campania, nel momento esatto in cui si è affermata la rilevanza del mezzo audiovisivo per il settore turistico, sostenendo l’esistenza di una sinergia positiva tra cinema e territorio.

Una scommessa che Valeria Della Rocca, amministratore della Solaria Service Event Organizer, ha dimostrato quindi di aver vinto grazie anche alla collaborazione del giornalista e regista Marco Spagnoli. Ad oggi, in Campania, sono in circolazione più di 700 produzioni di cinema, fiction, spot pubblicitari, set fotografici, grazie anche al fatto che il “cineturismo” è un fenomeno in aumento e nella regione conosce da anni una fortuna crescente. 

Non a caso a conquistare il premio come Miglior Film è andato a Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone mentre il suo protagonista Francesco Di Leva ha ottenuto quello di Miglior Attore. Un riconoscimento meritato per una pellicola si è rivelato un efficace strumento di marketing territoriale in grado di diffondere l’immagine di una location e di promuovere non esclusivamente il turismo locale, ma anche la cultura, l’artigianato, le tradizioni. Sulla scia di film e fiction di successo, Napoli, nel 2019 ha ricevuto infatti un incremento nella domanda turistica del +25% rispetto allo stesso periodo del 2018 /dati Expedia) E’ l’effetto L’Amica Geniale, premiata come Miglior Fiction.

Sono stati tanti coloro che hanno scelto di visitare un luogo per respirare, in prima persona, le atmosfere vissute dai propri beniamini televisivi. A molti di loro sono andati i premi speciali. Tra questi, Lino Guanciale, (Premio Speciale Cinema e Fiction) Massimo Poggio (Premio Speciale Attore di Fiction dell’Anno), mentre Claudia Gerini ha ottenuto il “Premio Speciale Attrice dell’Anno” e Anna Foglietta  quello di “Migliore Attrice Protagonista”.

La serata ricca di fascino e tanto glamour, condotta dal mattatore Maurizio Casagrande, affiancato da Violante Placido, madrina di questa edizione, ha visto riconoscere uno speciale tributo alle protagoniste femminili del cinema e della tv che da anni contribuiscono con il loro lavoro a sfidare stereotipi e luoghi comuni che ancora resistono nell’industria audiovisiva. Ed ecco sfilare il cast femminile del “L’amica geniale”, la giovanissima regista Chiara Marotta premiata per il miglior cortometraggio “Veronica non sa fumare” e Antonia “Nina” Fotaras, attrice poliglotta già avviata ad una carriera internazionale, a cui è andato il Premio “Premio Rising Star”. Con Marina Confalone, che ha ottenuto il Premio Miglior Attrice non Protagonista, si inaugura invece la novità di questa edizione, estendere i premi a maggiori categorie della recitazione. Con lei anche Carlo Buccirosso che ha ricevuto il Premio Miglior Attore non Protagonista.

Importante infine il ruolo dei media nella valorizzazione della destinazione turistica. Un contributo in questa direzione è stata dato da Malcom Pagani vicedirettore di Vanity Fair Italia, a cui è andato il Premio Speciale Giornalista dell’Anno.

Autore dell'articolo: Monica Straniero