Summa 2019, nella tenuta di Alois Lageder il vero spirito di vino

Quasi in contemporanea con Vinitaly, ma a qualche centinaio di km più su, si svolge Summa, la manifestazione vinicola creata e voluta da Alois Lageder, giunta alla 22. edizione in programma sabato 6 e domenica 7 Aprile, dalle 10 alle 18.

Via dalla pazza folla dei “bunker” veronesi di Vinitaly, nel mezzo del verde e delle colline, con le montagne di sfondo, come in un quadro paesaggista. Siamo a Magrè sulla strada dell’Adige dove, una volta all’anno, il produttore Alois Lageder apre le porte della sua Tenuta ad oltre 100 produttori tra italiani ed internazionali nella splendida cornice della sua casa-tenuta-castello. Ha chiamato il suo evento Summa, perchè in effetti lo è, il meglio del meglio. C’è un’aria rarefatta e dolce di metà primavera, c’è un caldo tepore che accarezza la pelle, un tempo quasi fermo, un passaggio fiabesco in un portale. Difficile raccontare la bellezza e la magia di questo posto, mentre si passeggia con un calice in mano tra filari, banchi di assaggi o si fa una puntatina al granaio a scovare cimeli e reperti ben custoditi. Nella suggestiva e storica cornice di Casòn Hirschprunn – un palazzo rinascimentale del 17° secolo –  & Tòr Löwengang c’è la calma e la straordinaria qualità di un evento che mette d’accordo tutti, produttori, appassionati, stampa, pubblico e buyers.

Ogni anno questo rappresenta per noi una sfida appassionante e mai scontata“, spiega Anna Lageder, la figlia maggiore della famiglia Lageder, che, ormai da diversi anni, è responsabile dell’organizzazione dell’evento e, soddisfatta, aggiunge: “Sono convinta che sarà un’altra edizione interessante e coinvolgente, anche dopo così tanti anni, perché è il risultato del lavoro fatto assieme a molti dei viticoltori e partner partecipanti. L’entusiasmo condiviso per Summa crea sempre idee originali.”

Per la prima volta per esempio si apriranno le porte della cantina personale di rarità di Alois Lageder, che – ispirato dal concetto di Château di Bordeaux – ha iniziato ad acquistare vini provenienti da vari castelli e denominazioni di questa regione più di 30 anni fa. Una selezione di annate top sarà proposta in occasione di una masterclass guidata e intitolata “Il meglio di Bordeaux da Pauillac a Pomerol. Dodici Grands Crus da undici denominazioni dal 1986 al 2000”.

A condurre la masterclass, Joel Payne, premiato più volte come miglior sommelier in Germania, e noto giornalista esperto di vino che vanta collaborazioni con numerose riviste internazionali.

Inoltre sarà possibile prendere parte a numerose degustazioni verticali di vini pregiati di produttori presenti come, solo per citarne alcune: “Degustazione caotica del pensiero Cos” (Azienda Agricola Cos / Sicilia-Italia), “Kastanienbusch Riesling GG” (TenutaÖkonomierat Rebholz / Germania) o “Sélections Parcellaires, Le Pavillon” (M. Chapoutier / Francia).

Summa quest’anno sarà più che mai anche momento di esperimento, dialogo e ispirazione. In calendario proposte davvero originali e “fuori dagli schemi” come le degustazioni di prove di botte (We are not ready yet!), “Le comete”, degustazioni di spumanti “We love Bubbles!” o ancora “Rosé Olé” dedicata al mondo dei rosati – queste ultime due saranno guidate da Christine Mayr, Presidente Associazione Sommelier Alto Adige.

Non solo vino ma anche specialità gastronomiche a base di prodotti prevalentemente stagionali, regionali e biologici che saranno proposte durante le due giornate grazie alla collaborazione con partner d’eccezione.

Lageder è anche particolarmente attento all’ambiente. Durante i seminari “Il vigneto come habitat” e “L’importanza e l’integrazione degli animali nel vigneto” i visitatori possono esplorare i vigneti coltivati con metodo biodinamico.

Al debutto quest’anno alcuni produttori da Cina, Ungheria e Repubblica Ceca che si uniranno ai viticoltori provenienti da Germania, Austria, Francia, Italia, Nuova Zelanda, Portogallo e Slovenia.  La Tenuta è particolarmente soddisfatta dell’incremento dei viticoltori certificati Demeter, che avranno nuovamente un’area tutta dedicata.

Come negli anni precedenti, parte del ricavato sarà devoluto alla Casa della Solidarietà (HdS) a Bressanone. L’organizzazione si occupa di persone bisognose da oltre quindici anni – www.casadellasolidarieta.org.

Summa è anche un Green Event, ovvero sostiene l’utilizzo di prodotti locali, stagionali e biologici, la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica, la riduzione dei rifiuti, la responsabilità sociale.

Il programma completo è disponibile su: www.summa-al.eu/it/programma

 

 

 

Autore dell'articolo: Elena Dal Forno

Elena è giornalista dal 1994. Si occupa di vita in generale, cinema, arte, tennis, cucina vegana. Quando non è al cinema è in viaggio. Spesso la cosa coincide.