Museum Liquidus, la nuova drink list di Simone Mina

Checchino dal 1887, lo storico ristorante di Testaccio, guarda ad un futuro sostenibile con una nuova carta dei drink dove i sapori della tradizione romanesca si legano agli aromi di cocktail classici come il Negroni e la Vodka

In piena tendenza Food Pairing, ossia abbinamento cibo e bevanda, food and spirit, comparando la catena molecolare aromatica degli alimenti, uno dei locali storici della Capitale, Checchino dal 1887, ha dato il via a Ch 18 87, ha ideato Museum Liquidus, la nuova drink list ispirata alla storia di Roma. Troviamo così il Negroni Cardinale, l’aperitivo de’ Cocci dedicato all’adiacente Monte de’ Cocci e il Bloody Vaccinara che mixa la vodka con la salsa di pomodoro alla vaccinara, il lime e due bitter.

La carta dei drink è a cura di Simone Mina. Nell’intervista video  il barman ci racconta perché in una realtà molto chiusa e tradizionale come la ristorazione di Roma è stata fino a pochi anni fa, sia esplosa in maniera così impetuosa ed improvvisa una nuova tendenza che vede nella cucina innovativa il suo punto forte. “L’idea del food pairing si applica molto bene alla cucina romana da sempre legata agli ingredienti del territorio per offrire degustazioni con gradazioni alcoliche diverse”.

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero