A tutta Torba! Roma è appassionata di whisky torbati

A Roma la terza edizione di "A tutta Torba!". Si riunisce il gotha degli intenditori romani per degustare decine di bottiglie rare

Oggi il whisky ha conquistato il primato di distillato più consumato al mondo. Quasi tutta la letteratura è nata ebbrà di whisky. William Faulkner amava il Mint Julep col bourbon, whisky made in Usa. Commentava così la sua devozione: ”la civiltà è iniziata con la distillazione”.  Tra gli apprezzatori del whisky aggiungeremo Mark Twain, e due purosangue irlandesi come George Bernand Shaw e James Joyce. Se bevete il classico Johnny Walker Redse seguite le orme beat di Jack Kerouac.

In questo scenario Roma fa la sua parte con A tutta Torba, un evento organizzato dalla direzione artistica di Roma Whisky Festival, il più importante festival di settore italiano. La terza edizione della giornata dedicata ai Whisky Torbiati si è svolta ieri 3 dicembre presso il Chorus Cafè con centinaia di etichette ed espressioni per tutti i palati, bottiglie vintage e rare.

Il pubblico ha avuto modo di gustare i cocktail inediti preparati a base Bowmore Nr1 e 12yo da quattro note barladies romane: Solomiya Grystychyn del Chorus Cafè, Giulia Castellucci di Co.So. Cocktail & Social, Michela Scalzo di Freni e Frizioni e Roberta Martino del Palazzaccio. 

Spazio anche al food, con le eccellenze del Maritozzo Rosso, tipico maritozzo dolce romano farcito con le eccellenze della gastronomia romana e non solo che sono stati abbinati ai propri torbati preferiti.

Non poteva mancare come tutti gli anni, in collaborazione con lo shop Whisky & Co, la possibilità di acquistare numerose bottiglie presenti. Presso il  collector’s corner sono stati messi a disposizione per l’acquisto una trentina di bottiglie rare di whisky tra cui un Ardbeg 1974 Spirit of Scotland – 500 Years of Scotch Whisky, Limited Edition; un Bowmore 1980 – 21YO Dun Bheagan Collection; un Talisker 25YO imbottigliato nel 2007 e uno Springbank 15YO Sherrywood – Tim Nichools & Markku Sauvala selection.  Mentre il Bowmore Cocktail Bar, partner esclusivo della manifestazione, era presente con una release 19yo invecchiata in botti di quercia francese ex-Chateau Lagrange, in vendita unicamente per il mercato di Amazon, oltre alle release Small batch, 12yo, 15yo, 25yo e 19yo.

A Tutta Torba – sottolineano i direttori artistici di Roma Whisky Festival – conferma sempre più un momento di incontro per i whisky lovers italiani amanti dei torbati. Anche per questa edizione intendiamo offrire al nostro pubblico l’opportunità di assaggiare centinaia di etichette in uno dei “salotti” più belli della Capitale, una giornata all’insegna del buon bere fumoso”,.

Assoluta novità per questa edizione è stata la Bowmore Room Experience, uno spazio sensoriale dove il visitatore verrà catapultato all’interno della distilleria tra immagini, suoni, profumi e tasting”.

Per l’ottava edizione del Roma Whisky Festival si dovrà aspettare marzo 2019. L’evento in scena dal 2 al 3 marzo si terrà nella ormai consueta location del Salone delle Fontane all’Eur per uno degli appuntamenti internazionali più importanti di settore, un evento che promuove la valorizzazione e la diffusione della cultura del whisky attraverso un approccio basato sull’interazione tra business, formazione ed entertainment.

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero