Venezia 76 – “Tony Driver” e la dura legge dei confini

Il regista Ascanio Petrini racconta la storia incredibile di Pasquale Donatone, tassista  che trasportava migranti illegali dal Messico negli Usa ed espulso in italia, paese d’origine.
E’ lui l’attore che interpreta se stesso, tra Taxi Driver e Willy il Coyote. La chiave della realtà e della “leggerezza” per  far riflettere su migrazioni e diritto di cittadinanza. E i confini tra vero e finto si confondono.