Filming Italy Sardegna Festival, al via la nuova edizione

La madrina di questa edizione sarà Donatella Finocchiaro, attrice dal talento straordinario e interprete di film di grandissimo successo.

Al via la 5^ edizione di Filming Italy Sardegna Festival ideato e diretto da Tiziana Rocca, che si terrà dal 9 al 12 giugno a Forte Village di Cagliari. La manifestazione si è affermata come unica nel suo genere perché lega per la prima volta Cinema e Televisione con proiezioni, incontri e presentazioni di film e serie televisive, coinvolgendo le più importanti distribuzioni e produzioni del piccolo e grande schermo insieme ai colossi dell’entertainment VOD e televisivo. Anche quest’anno il Filming Italy Sardegna Festival si svolgerà in collaborazione con APA – Associazione Produttori Audiovisivi presieduta da Giancarlo Leone, con il Patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, del Comune di Cagliari, del Consorzio Costa Smeralda e con la collaborazione di Forte Village.

La madrina di questa edizione sarà Donatella Finocchiaro, attrice dal talento straordinario e interprete di film di grandissimo successo.

“È con grande orgoglio e soddisfazione che oggi presento il programma della quinta edizione totalmente in presenza del Filming Italy Sardegna Festival. Sento di poter affermare che l’impegno e la costanza di questi ultimi mesi hanno portato ottimi frutti nella realizzazione di questa macchina produttiva che non si è mai arrestata, riuscendo a fidelizzare tanti importantissimi talent, internazionali e italiani, che dopo cinque anni considerano questo festival un punto di riferimento nel settore. Come uno dei pochissimi Direttori Artistici donna presenti in Europa, ammetto che le sfide e gli sforzi sono stati notevoli, considerate tutte le difficoltà legate a questo periodo, con particolare riferimento ai numeri del pubblico in sala che non sono ancora particolarmente incoraggianti. Il Filming Italy Sardegna Festival, viste le sue date, si è ritrovato a ricoprire il ruolo di apripista della stagione estiva cinematografica, e quest’anno più che mai non possiamo disattendere le aspettative, iniziando proprio dall’inaugurazione di una nuova sala all’aperto, per permettere al pubblico una più piacevole fruizione del nostro vastissimo programma. Tantissimi gli ospiti che saranno presenti al Festival e dialogheranno nelle masterclass con i giovani studenti delle scuole e delle università dell’Academy Cinema, tra questi, la pluripremiata regista teatrale e cinematografica Julie Taymor, i Premi Oscar Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo, Cuba Gooding Jr. e Regina King, e poi anche Can Yaman, Veronica Pivetti, James Franco, solo per citarne alcuni. Sono quasi 60 i titoli che presenteremo tra film, documentari e serie televisive, internazionali e italiani, molti dei quali in anteprima assoluta”, ha dichiarato Tiziana Rocca, General Director Filming Italy Sardegna Festival.

“Non abbandoneremo l’aspetto formativo che il Festival si è prefissato fin dalla sua prima edizione, coinvolgendo gli studenti di ben 20 scuole, che avranno la possibilità di seguire tutti gli eventi del festival dal vivo o tramite la piattaforma streaming, cosa che conferirà loro dei crediti formativi. E poi, grazie alla partnership con il Nuovo IMAIE, quest’anno anche alcuni attori esordienti potranno vivere il Festival e partecipare alle diverse masterclass. I temi di questa edizione si rivolgono alla Democrazia, alla Pace, all’Ambiente e all’Empowerment femminile, grazie sempre alla collaborazione con Women in Film, Television & Media Italia, sezione italiana dell’associazione internazionale che, promuovendo la parità di genere nell’industria dell’audiovisivo e dei media, incoraggia un cambiamento culturale che porti a una più adeguata e positiva rappresentazione della donna nei contenuti di cinema e televisione. Voglio ringraziare a tal proposito la madrina di questa edizione, Donatella Finocchiaro, e naturalmente anche il Governatore della Regione Autonoma della Sardegna, Christian Solinas, l’Assessore regionale del Turismo, Commercio e Artigianato della Sardegna, Giovanni Chessa, e Lorenzo Giannuzzi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Forte Village. E un sentito grazie a tutti coloro che insieme a noi ci hanno creduto fin dalla prima edizione e continuano a crederci, per un Festival sempre più ricco di proiezioni, incontri e presentazioni di film e serie televisive”.

Il Governatore della Regione Autonoma della Sardegna, Christian Solinas, ha dichiarato: “La Sardegna ospita ancora una volta, e ne è orgogliosa, una manifestazione cinematografica la cui eco a livello internazionale rappresenta una straordinaria occasione di promozione della nostra Isola, che si conferma ancora una volta una terra ricca di fascino, attrattiva e dalle molteplici potenzialità”. Il Presidente Solinas ribadisce l’importanza dell’industria cinematografica e l’impegno della Regione nel sostenere un comparto importantissimo, duramente colpito dagli effetti della pandemia. “Continuiamo a supportare con impegno il settore e tutte le professioni che ad esso sono legate e accogliamo anche quest’anno con grande entusiasmo il Filming Italy Sardegna Festival arrivato alla sua quinta edizione, che riteniamo importantissimo per la Sardegna. Una iniziativa di grande prestigio che contribuisce a esportare l’immagine di un’Isola dalle bellezze straordinarie, sostenibile e ricca di potenzialità. Questa è la risposta migliore al difficile momento che stiamo vivendo, che desideriamo sia segnato dalla nostra grande voglia di ripartire e di crescere”.

“Sono orgogliosa di essere stata scelta come madrina di un festival del cinema in cui la donna ha un posto centrale, in cui viene fatta luce sul talento e sulla grande potenzialità del femminile”, ha dichiarato l’attrice Donatella Finocchiaro, madrina di questa edizione.

“Il Filming Italy Sardegna Festival è un meraviglioso progetto nel quale abbiamo creduto fortemente sin dalla sua prima edizione. Grazie alla forte determinazione di Tiziana Rocca e al prezioso supporto della Regione Sardegna, siamo riusciti a realizzare una manifestazione dal calibro internazionale che, in pochi anni, è diventata un appuntamento imperdibile nel calendario dei festival del cinema più importanti. Non vediamo l’ora di poter ospitare questa nuova edizione nella suggestiva location del Forte Village e di far scoprire alle grandi star coinvolte, ma anche ai giornalisti ed agli addetti ai lavori, la straordinaria unicità del nostro Resort e della Sardegna”, afferma Lorenzo Giannuzzi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Forte Village.

Oltre al nome della madrina di questa edizione, Donatella Finocchiaro, sono stati svelati i primi talent che prenderanno parte alla kermesse in Sardegna e che saranno protagonisti di alcune masterclass con gli studenti, tra questi: la pluripremiata regista teatrale e cinematografica Julie Taymor, che presenterà al pubblico due dei suoi maggiori successi, Across the Universe e Titus; l’attore Josh Hartnett, che sarà presidente della giuria dei cortometraggi; gli scenografi Premio Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo; Winston Duke, protagonista di Black Panther, che riprenderà il ruolo nel secondo film della saga in uscita a fine anno negli Stati Uniti; l’attore venezuelano Édgar Ramírez; la pluripremiata attrice francese Anne Parillaud; il protagonista della saga di Twilight, Billy Burke; l’attore Jeremy Piven; l’indimenticabile Sandokan, Kabir Bedi; l’attore e modello spagnolo Maxi Iglesias; la star americana James Franco; i pluripremiati attori e Premio Oscar Cuba Gooding Jr. e Regina King; la star di This is us, Justin Hartley; il protagonista di Bridgerton, Jonathan Bailey; l’attrice Kate Walsh; l’attrice e modella Annabelle Belmondo; e Joe Cortese. In rappresentanza del cinema italiano, saranno presenti: Raoul Bova; Veronica Pivetti, che presenterà il suo ultimo libro, “Tequila bang bang”; Massimo Ghini; Teresa Saponangelo; Euridice Axen; Rossella Brescia; Marcello Fonte; Giuseppe Zeno; Jasmine Trinca; Frank Matano; Filippo Nigro; Massimiliano Bruno; Roberto Farnesi; Anna Safroncik; Nicole Grimaudo; Antonia Liskova; Sarah Felberbaum; Carlotta Natoli; Giulio Scarpati; e Nina Zilli per la musica.

Atteso ospite del Festival è anche l’attore Can Yaman, che presenterà il suo libro, l’autobiografia Sembra strano anche a me, oltre alle nuove iniziative con la sua associazione solidale. Can sarà premiato infatti con il Filming Italy Creativity Award per l’Associazione “Can Yaman For Children”, nata nel 2021 con l’obiettivo di aiutare i più piccoli con donazioni e attività filantropiche. Can ha dichiarato: “Il mio sogno più grande? Quello di poter vedere i bambini ricoverati in ospedale tornare a giocare. Stiamo progettando eventi benefici per sostenere i più deboli, perché è bello condividere e regalare una speranza non solo ai bambini ma anche alle loro famiglie”.

Adriano Panatta, uno dei più grandi talenti del tennis italiano, sarà presente insieme al regista e produttore cinematografico Domenico Procacci per presentare Una Squadra, la nuova docuserie prodotta da Fandango, Sky e Luce Cinecittà e diretta dallo stesso Procacci, che racconta la storia della Nazionale italiana di tennis vincitrice della Coppa Davis nel 1976.

Steven Gaydos di Variety conferirà un premio alla memoria di Ray Liotta, per ricordare un grande attore e protagonista del cinema internazionale, oltre che un grande amico. Per l’occasione sarà proiettato il film diretto da Alan Taylor di cui Liotta è protagonista, The Many Saints of Newark.

Ritorna anche in questa edizione lo storico premio dedicato al maestro Nanni Loy, uno dei registi più interessanti e visionari della nostra tradizione cinematografica e televisiva. Il Premio Nanni Loy ideato dal giornalista Antonello Sarno quest’anno andrà agli attori Massimo Ghini e Veronica Pivetti, oltre che a Massimiliano Bruno come sceneggiatore e un premio speciale alla memoria del cinema ad Istituto Luce Cinecittà, che verrà ritirato da Nicola Maccanico, Amministratore Delegato di Cinecittà S.p.A.

Tra i film in anteprima, una delle ultime produzioni Netflix, girato tra gli Stati Uniti e l’Italia Love & Gelatodi Jenna Evans Welch, tratto dall’omonimo best seller. Il film di apertura del festival sarà Jurassic World – Il dominio, ultimo capitolo del franchise targato Universal Pictures che immergerà il pubblico di tutte le età in una nuova era di meraviglie ed emozioni in cui i dinosauri e l’umanità dovranno imparare a convivere. La proiezione si terrà la sera di giovedì 9 giugno all’Open Cinema Theater del Forte Village. A chiudere il festival, la sera di domenica 12 giugno, in anteprima mondiale il film diretto da Daniel Adams che vede Jeremy Piven tra i protagonisti, The Walk. Tra le proiezioni internazionali, anche: il film in live-action Sonic 2; The Lost City con Sandra Bullock e Channing Tatum; il film campione di incassi con Tom Cruise, Top Gun: Maverick; in anteprima assoluta il film horror finlandese The Twin; Io e Lulù con Channing Tatum; La figlia oscura di Maggie Gyllenhaal con Dakota Johnson; l’ultimo capitolo della saga, The Batman, con Robert Pattinson; Animali Fantastici – I Segreti di Silente; L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat; il live-action Cip & Ciop agenti speciali; l’ultimo capito della saga Marvel che ha come protagonista Benedict Cumberbatch, Doctor Strange nel Multiverso della Follia; Nine days con Winston Duke; Bad Roads – Le strade del Donbass della regista ucraina Natalya Vorozhbit.

Il film scelto da Variety per la selezione Variety Choise è Divine Access di Steven Chester Prince.

Tra i film italiani in programma: Il sesso degli angeli di Leonardo Pieraccioni; Bla Bla Baby di Fausto Brizzi; Marcel di Jasmine Trinca; Corro da te di Riccardo Milani; Ghiaccio di Fabrizio Moro e Alessio De Leonardis; Gli idoli delle donne con Lillo e Greg; Occhiali neri di Dario Argento; La cena perfetta di Davide Minnella; Non mi lasciare di Ciro Visco; Il muto di Gallura di Matteo Fresi; Mancino naturale di Salvatore Allocca; Femminile singolare con Monica Guerritore e Catherine Deneuve; Tapirulàn di Claudia Gerini; Hill of Vision di Roberto Faenza; Toilet di Gabriele Pignotta, con una delle performance che accompagneranno il film nella sua uscita nelle sale; I nostri fantasmi di Alessandro Capitani; E buonanotte di Massimo Cappelli; Le fantasie di David e Stéphane Foenkinos; Sorelle per sempre con Donatella Finocchiaro; e la trilogia C’era una volta il crimine di Massimiliano Bruno.

I documentari che verranno proiettati durante il Festival sono: Underwater di Sara Ristori su Federica Pellegrini, una delle più grandi campionesse di tutti i tempi; L’altro buio in sala di Ciro Formisano; Luigi Proietti detto Gigi di Edoardo Leo; We feed people di National Geographic diretto da Ron Howard; Una squadra di Domenico Procacci; Pietro il Grande diretto da Antonello Sarno, dedicato a Pietro Coccia, uno dei più talentuosi fotoreporter del cinema italiano; Butterfly diretto da Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman; Conversazioni atomiche di Felice Farina; Cuban dancer di Roberto Salinas.

Ampio spazio anche per le serie televisive, tra queste: le seconde stagioni delle serie targate Sky, Euphoria e Diavoli; Hotel Portofino di Adam Wimpenny; A casa tutti bene di Gabriele Muccino; Il Redi Giuseppe Gagliardi; la serie di Raiplay Il Santone con Neri Marcorè e Carlotta Natoli; la prima puntata della sesta stagione della serie di RAI1 Il paradiso delle signore.

In programma sabato 11 giugno alle ore 12:00 un panel istituzionale in collaborazione con APA – Associazione Produttori Audiovisivi, che vedrà coinvolti i maggiori esponenti del settore culturale e cinematografico nazionale, dal titolo: “Opere audiovisive senza frontiere, da uno schermo all’altro, da un Paese all’altro. Investire di più sulle qualità dei prodotti nazionali per affermare la nostra industria a livello internazionale”. Moderato da Simone Gialdini, Direttore Generale Anec, al panel prenderanno parte: la Senatrice Lucia Borgonzoni, Sottosegretario di Stato MiC; Nicola Borrelli, DG Cinema; Giancarlo Leone, Presidente A.P.A – Associazione Produttori Audiovisivi; Marta Donzelli, Presidente CSC; Roberto Stabile, Responsabile Progetti Speciali MiC presso Cinecittà; Steven Gaydos, Vicepresidente di Variety; Mario Lorini, Presidente Anec; Luigi Lonigro, Presidente Nazionale Distributori Anica; Paolo Del Brocco, DG Rai Cinema; Chiara Sbarigia, Presidente Luce Cinecittà SpA; Andrea Scrosati, AU – CEO Continental Europe Fremantle; Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello; Maria Pia Ammirati, Direttore di Rai Fiction; Daniel Frigo, Country Manager AU Board Member – The Walt Disney Company Italy.

Grazie alla collaborazione con il NUOVO IMAIE, è in programma una masterclass speciale in cui quattro giovani attori, appartenenti alla collecting, avranno modo di confrontarsi con alcuni dei protagonisti del cinema italiano e internazionale. Gli attori scelti per questa edizione sono: Luca Filippi (Hammamet di G. Amelio), Virginia Apicella (Nostalgia di M. Martone, Amore Postatomico di V. Caiazzo), Rausy Giangarè (Buongiorno Mamma) e Giuseppe Maggio (Baby, Quattro metà, Sul più bello). “È una collaborazione innovativa quella con il Filming Italy Sardegna Festival – ha dichiarato il Presidente del NUOVO IMAIE Andrea Miccichè – che ci rende particolarmente lieti. Dov’è prevista la presenza dei giovani talenti, come in questo caso, con masterclass e incontri con i produttori, la nostra collecting è sempre ben lieta di fornire il proprio sostegno agli Artisti, Interpreti, Esecutori emergenti, favorendo loro concrete opportunità di crescita umana e professionale”.

Confermata la vicinanza alle donne, si rinnova la collaborazione con Women in Film, Television & Media Italia, associazione no-profit nata negli anni ‘70 negli USA e arrivata in Italia nel 2018, dove è diventata un punto di riferimento nel settore audiovisivo e media. In questa occasione, Women in Film, Television & Media Italia presenterà: il documentario di Alessia Bottone, La Napoli di mio padre; il film giapponese Haiku on a Plum Tree di Mujah Maraini-Melehi; e il cortometraggio prodotto da Matteo Rovere e diretto da Roberta Palmieri, Capitan Didier.

Anche quest’anno, il maestro orafo Gerardo Sacco, con l’estro e lo stile unico che lo contraddistinguono, realizzerà in esclusiva i premi per il Festival. “Ho realizzato quest’opera fusa in perspex riciclabile, con una colonna che sostiene in cima due maschere, una in argento e l’altra in argento placcata oro. Sulla colonna la scritta Peace e la famosa frase che pronuncia Dante all’uscita dell’Inferno …e quindi uscimmo a riveder le stelle, messaggio di pace molto attuale in questo periodo”.

Filming Italy Sardegna Festival si avvale della partnership con Italy for Movies (www.italyformovies.it), il portale delle location e degli incentivi alla produzione realizzato in collaborazione con Cinecittà e conItalian Film Commissions e coordinato dalla Direzione generale Cinema e audiovisivo del MiC. Il portale, disponibile anche in versione app scaricabile sugli store digitali, fornisce tutte le informazioni utili su location e incentivi disponibili per chi vuole girare in Italia il proprio film, oltre a notizie di settore e tantissime curiosità e suggerimenti di viaggio per gli appassionati che vogliono visitare i luoghi dei film.

 

Autore dell'articolo: Monica Straniero