Filming Italy Sardegna con Isabelle Huppert e Matt Dillon

La 3^ edizione del Festival diretto da Tiziana Rocca, che si terrà dal 22 al 26 luglio a Forte Village di Cagliari. avrà Matt Dillon come presidente onorario

Isabelle Huppert è tra gli ospiti internazionali alla terza edizione di ‘Filming Italy Sardegna Festival’ di Tiziana Rocca che si terrà dal 22 al 26 luglio al Forte Village (Cagliari). All’attrice francese verrà consegnato il Filming Italy Woman Power Award, premio dedicato alle donne che si battono per trovare spazio nel mondo della settima arte. La Huppert è apparsa in più di 100 film e produzioni televisive dal debutto avvenuto nel 1971. Attrice più nominata al Premio César, con 16 nomination e due vittorie, ha vinto due Prix d’interprétation féminine al Festival di Cannes per “Violette Nozière” e “La pianista”, due Coppa Volpi alla Mostra del cinema di Venezia e un Orso d’argento al Festival di Berlino per “8 donne e un mistero”.

La star americana Matt Dillon sarà presidente onorario di un’edizione che in epoca Covid vuole dare un impulso nuovo al cinema, uno dei comparti industriali più penalizzati e quello con le prospettive più nebulose. Tantissimi gli ospiti italiani, in primis Ilenia Pastorelli che sarà la madrina e Claudia Gerini che presidierà la giuria del concorso dedicato ai cortometraggi realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari.

Filming in Italy si è affermata come unica nel suo genere perché lega per la prima volta Cinema e Televisione con proiezioni, incontri e presentazioni di film e serie televisive. Senza dimenticare l’impegno per il riconoscimento dei diritti alle donne. A Riccardo Milani verrà consegnato il Premio Women in Film – Filming Italy Award come ringraziamento per la sua sensibilità nei confronti delle donne, così che possa continuare a scrivere nuovi soggetti e sceneggiature con protagoniste femminili.

Al centro anche le questioni sociali. Si affronta un tema particolarmente sentito come l eutanasia nel film di chiusura, Blackbird, diretto da Roger Michell. Protagoniste Susan Sarandon e Kate Winslet e racconta la storia di Lily, una donna malata di SLA che decide di porre fine alla sua vita volontariamente, dopo aver passato un ultimo week-end con la sua famiglia.

Tra i momenti più attesi, lerata speciale dedicata a Gabriele Muccino con la proiezione del suo ultimo film, Gli anni più belli. Dichiarato omaggio a C’eravamo tanto amati’ di Ettore Scola, racconta la commovente storia di un gruppo di amici, Giulio, Gemma, Paolo e Riccardo nell’arco di 40 anni (esattamente dal 1980 ad oggi).

Ancora Stati Uniti. Non mancheranno le serie TV che oltreoceano hanno riscosso ampi consensi di pubblico. The Plot Against America, serie HBO, adattamento di un libro di Philip Roth, riscrive la storia degli Stati Uniti nella Seconda Guerra Mondiale; Yellowstone, con Kevin Kostner, segue le vicende della famiglia Dutton, proprietaria di un ranch nel Montana. Il migliore e il peggio degli Stati Uniti visto attraverso gli occhi di una famiglia che rappresenta entrambi.

Spazio infine all’ambiente con  Sea of shadows: trafficanti di mare, prodotto dal premio Oscar Leonardo Di Caprio e diretto da Richard Ladkani,  regista di Caccia all’avorio, il film ci porta nel Mare di Cortez dove i cartelli della droga messicani e i trafficanti cinesi minacciano la vita marina dell’intera regione cacciando preziosi esemplari di totoaba.

Autore dell'articolo: Monica Straniero