Sano, giusto e con gusto, il progetto alimentare per i bambini

Il progetto vuole attivare una rete virtuosa tra istituzioni, scuole e famiglie nel segno della corretta educazione alimentare

L’educazione alimentare nell’infanzia è uno strumento strategico che favorisce buone abitudini fin da bambini, incoraggiando uno stile di vita sano anche da grandi. Per arrivare ai bambini, il progetto nazionale Sano, giusto e con gusto!  ha deciso di rivolgersi in prima battuta a tutti gli adulti che contribuiscono a determinare lo stile alimentare dei più piccoli. Un invito rivolto a genitori, nonni, familiari, insegnanti ed educatori che, grazie alle attività di divulgazione dei dietisti nutrizionisti volontari, coinvolge i bambini nella messa in pratica di un’alimentazione corretta, equilibrata, sostenibile e locale.

Sano, giusto e con gusto! ideato dalla dottoressa Annamaria Acquaviva e realizzato in collaborazione con IOR, Istituto Oncologico Romagnolo, ANDID, Associazione Nazionale Dietisti, e ASAND, Associazione Scientifica dell’Alimentazione, Nutrizione e Dietetica dei Dietisti italiani, è un progetto educativo che intende raggiungere i bambini tra i 3 e gli 11 anni, dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria.

Anche la Federazione nazionale Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, che riunisce oltre 200.000 esercenti di diciannove professioni sanitarie, ha deciso di promuovere il progetto ritenendo l’iniziativa di importante valore a testimonianza del contributo sociale che l’Ente ordinistico può rendere ai territori e ai cittadini.

A supporto della diffusione del progetto, all’interno del proprio territorio, i professionisti della buona alimentazione organizzeranno da gennaio 2020 una serie di eventi di presentazione e seminari di educazione alimentare per coinvolgere il maggior numero possibile di partecipanti. Un calendario di appuntamenti rivolto a insegnanti, educatori e familiari all’interno di scuole, associazioni o enti aderenti che può includere attività come spettacoli e\o momenti di approfondimento con interventi di esperti.

COME FUNZIONA SANO, GIUSTO E CON GUSTO! 
Le iscrizioni all’edizione 2020 sono già aperte. Genitori, familiari, insegnanti, educatori possono aderire al progetto di educazione alimentare che promuove la salute dei bambini, la sostenibilità ambientale e l’attività motoria, compilando un’apposita scheda digitale (disponibile sul sito del progetto a questo collegamento). A completamento dell’iscrizione, i partecipanti riceveranno un kit di materiali didattici per attività ludiche e formative che permette di imparare divertendosi. Tra i materiali ci sono delle video pillole che saranno condivise anche sui social media del progetto (Facebook e Instagram). Si approfondiscono così tematiche come la sostenibilità ambientale dell’alimentazione, le intolleranze alimentari e le etichette alimentari.

Tra le risorse messe a disposizione gratuitamente ci sono anche i video di Cantaballo®, il primo programma didattico di esercizi motori cantati e ballati per bambini di età compresa tra i 4 e gli 8 anni creato da Rosa Cipriano. Attraverso questo programma i bambini sviluppano capacità motorie, di coordinazione, di forza ed equilibrio; sperimentano la conoscenza dello spazio e allenano la creatività. Sempre a cura di Cantaballo® è la sigla di Sano, giusto e con gusto! alla quale sono abbinati esercizi di ballo che gli adulti potranno fare insieme ai bambini.

IL CAMPIONATO DELLE RICETTE
Dopo aver concluso questa fase formativa sarà attiva, dalle ore 9.00 del 15 gennaio 2020 fino alle ore 24.00 del 2 maggio 2020, la fase del Campionato di ricette. Questa avrà un ruolo importantissimo per il successo del programma di educazione alimentare, come dimostrato dai risultati dei precedenti progetti e confermato dalla letteratura scientifica.
Obiettivi del campionato sono l’incoraggiamento di un’alimentazione gustosa, sostenibile, equilibrata e la valorizzazione del momento pasto come occasione educativa e socializzante.
I bambini sono invitati a creare un piatto unico o un menu che includa verdure, cereali, proteine, grassi buoni, frutta e che rispetti il regolamento dedicato al Campionato delle ricette.

Foto di coeprtina: Progetto Sano giusto e con gusto La dottoressa Annamaria Acquaviva in cucina

Autore dell'articolo: Monica Straniero