Lo chiamavano the Big Fella, il drink di Valerio Boccitto

Il bar manager della Terrazza del 9 Hotel Cesari di Roma crea un drink ispirato al film di

Cinquanta  ml bourbon Jim Beam. 10 ml mezcal Los Sietes Misterios. 15 ml cordiale alla banana. 15 ml sciroppo di fava tonka. 10 ml succo di limone 1 dash angostura bitter. Questi gli ingredientil per il nuovo drink di Valerio Boccitto, bar manager della Terrazza del 9 Hotel Cesari di Roma, liberamente ispirato al personaggio di Bambino, interpretato da Bud Spencer nel film “Lo chiamavano Trinità”. Un cocktail a base bourbon, amabile e fresco, ma allo stesso tempo strong ed elaborato. Come il personaggio del film, sempre impegnato in risse e scazzottate ma, in fondo, con un animo buono.

Valerio-Boccitto-bar-manager-della-Terrazza-del-9-Hotel-Cesari-di-Roma

Il drink è realizzato unendo il bourbon del Kentucky Jim Beam e il mezcal messicano Los Siete Misterios e vuole riproporre anche il rapporto di Bambino con il fratello, interpretato da Terence Hill, tanto diverso quanto compatibile. Una bevanda che, in una moderna versione del film, non avrebbe sfigurato: un drink forte, da cowboy, ma anche godibile, per l’avventore che avrebbe potuto cercare ristoro in un saloon.

Con la tecnica dello shake and strain,  tutti gli ingredienti vengono versati nello shaker. Dopo  agitare e versare nel bicchiere Old Fashioned, colmare di ghiaccio e guarnire con della banana disidratata. 

Autore dell'articolo: Monica Straniero