‘Summertime 2019’, la Casa del Jazz si colora di musica

Oltre 30 concerti per la nuova edizione della kermesse che parte il 25 giugno. Nella villa in programma anche la 29/a edizione de "I Concerti nel parco".

Presentata la nuova edizione di ‘Summertime 2019′, la manifestazione dedicata al jazz – prodotta dalla Fondazione Musica per Roma e promossa da Roma Capitale che fa parte del programma dell’Estate Romana – e va in scena alla Casa del Jazz.

Nell’arco della kermesse, che partirà il 24 giugno e arriverà fino al 1 agosto, si susseguiranno a Villa Osio oltre 30 concerti: da Gary Clark Jr a Steve Gadd, da Filippo Timi a Sergio Cammariere.

A tenere a battesimo la manifestazione sarà il tango che, nella serata di apertura vedrà l’esibizione del Quinteto Astor Piazzolla, la formazione nata per diffondere l’eredità del musicista argentino, per poi proseguire la sera successiva con il concerto di Gary Clark Jr (25 giugno) che l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha definito “il futuro della musica”.

Sarà un cartellone ricco di appuntamenti diversi tra loro quello che farà vivere le serate estive nel parco della villa restituita ormai da qualche tempo alla città dopo la confisca alla mafia e da circa un anno gestita proprio dalla Fondazione Musica per Roma e che si propone di intrecciare diverse forme musicali e stili, spaziando appunto dal jazz al blues e intrecciando anche soul, tango, swing, funky e acid jazz.

Protagonisti, tra i tanti, anche Gegè Telesforo con il suo gruppo (29 giugno), mentre il 2 luglio arriva la trombettista spagnola Andrea Motis; a seguire Enrico Pieranunzi special guest della New Talents Jazz Orchestra (6 luglio), un progetto che diventerà anche un disco della Parco della Musica Records. Il giorno successivo si esibisce la Funk Off, una vera e propria marching band con alle spalle 20 anni di attività e più di 900 concerti. Per gli amanti del genere imperdibile serata sarà quella dell’8 luglio dove ad esibirsi saranno gli Incognito, una delle band più creative di sempre.

Poi sarà la volta di Steve Gadd Band (15 luglio), batterista che ha lavorato con Aretha Franklin e Frank Sinatra. Il 19 luglio e’ invece la data di Charles Lloyd, uno dei piu’ grandi sassofonisti viventi. Sempre parlando di leggenda prima si potrà gustare il trio Peter Erskine – Eddie Gomez – Dado Moroni in programma il 21 luglio e poi saranno sul palco Paolo Fresu con Daniele di Bonaventura e Jacques Morelenbaum per gettare un ponte tra Mediterraneo e Brasile (25 luglio). Il giorno seguente protagonista sarà Sergio Cammariere che presenterà il suo ultimo album La fine di tutti i guai e poi toccherà a Javier Girotto & Aires Tango che festeggiano 25 anni di musica senza confini (30 luglio). Il 31 luglio duo fuori dal comune con Fabrizio Bosso alla tromba e Julian Mazzariello al pianoforte. Il sipario verrà chiuso al termine dell’esibizione del 31 luglio firmata da Fabrizio Bosso e Julian Mazzariello che presentano il nuovo disco ‘Tandem Live’.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Ad arricchire l’offerta alla Casa del Jazz, anche la 29/a edizione de “I Concerti nel parco”, al via dal 5 luglio, che quest’anno ha come riferimento un verso di una canzone di Fabrizio De André “Signora libertà, signorina fantasia”, per una manifestazione sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Il via lo darà una prima assoluta: Il Piccolo Principe liberamente interpretato da Filippo Timi e Lucia Mascino. A seguire, “I Concerti nel parco” vedranno il ritorno in Italia di Sarah Jane Morris (11 luglio) e di Ute Lemper (24 luglio). In programma anche lo spettacolo di di Neri Marcorè (14 luglio) per un incontro in musica tra De Andrè e Gaber), mentre l’onere e l’onore di chiudere il festival l’1 agosto spetterà all’Orchestra di Piazza Vittorio, che presenta in prima nazionale il nuovo spettacolo Opv all’Opera.

Dunque, programma ricchissimo destinato non solo a chi il jazz lo conosce e lo apprezza: infatti, un occhio di riguardo verrà dato ai ragazzi tra i 18 e i 30 anni, che potranno godere di sconti, con la decisione di estendere la politica di ‘I love Auditorium’, anche ai concerti della Casa del Jazz con riduzione dal 30% al 50% sul costo dei biglietti. Annunciata anche una formula di abbonamento che prevede uno sconto del 20% sull’acquisto di 5 concerti.

Il programma completo ‘Summertime 2019’ è disponibile su www.casajazz.it

 

Autore dell'articolo: Marco Michelli