“E’ un momento difficile, tesoro”: l’ultima fatica musicale di Nada Malanima

Il nuovo lavoro discografico vede il ritorno alla produzione di John Parish (già produttore di PJ Harvey, Eels, Giant Sand, Afterhours ed altri), che torna al fianco di Nada dopo lo splendido lavoro fatto nell’album “Tutto l’amore che mi manca” (2004)

“E’ un momento difficile, tesoro”: l’ultima fatica musicale di Nada Malanima, più nota come semplicemente Nada, segna il ritorno al fianco della cantante livornesedel prolifico e ben apprezzato produttore John Parish dopo lo splendido lavoro fatto per l’album “Tutto l’amore che mi manca” (2004).

Preceduto dal singolo, Dove sono i tuoi occhi, e dal videoclip che lo completa, diretto da Francesco Cabras e girato al Macro-Asilo, museo di arte contemporanea di Rom, il titolo del suo nuovo lavoro, dopo “Occupo poco spazio” (2014) e “L’amore devi seguirlo” (2016), fa pensare ad un’ulteriore esamina da parte della cantante, ribelle, anticonformista e fuori dalle righe, del suo continuo girovagare nelle emozioni che i rapporti, non solo quelli amorosi, sanno trasmettere: come, insomma, se volesse farci partecipi di ciò che sente dentro e fuori di sè. Sono dieci canzoni che anche nei titoli, partendo, appunto, da” un momento difficile” trovano il capolinea in “Un angelo caduto dal cielo”: come se il pensiero si fosse canzone dopo canzone liberato da tante catene per arrivare poi a mettere su un’unica barca, diretta verso un porto sereno, sentimento e ragione, due elementi invece spesso conflittuali nel corso della vita.
Attraverso le liriche delle canzoni Nada vuole dirci che non esiste una formula magica nell’amore per se stessi e per gli altri, che la vita, a due o con gli altri, è necessariamente complicata e bisogna accettare che ogni tanto soffrire è necessario.
Dal lontano 1969, quando allora quindicenne ammaliò tutti al Festival di Sanremo con la sua voce straordinaria e la canzone “Ma che freddo fa” – a cui segui nel 1971 la vittoria nella manifestazione ligure con “Il cuore è uno zingaro” – Nada non si è mai fermata, reinventandosi continuamente, sempre seguendo nella carriera artistica la sua unicità, la sua strada: e facendolo alla sua maniera, senza badare troppo alle regole.

Ma Nada, è bene ricordarlo, non è solo cantante, ma anche scrittrice e attrice. Se di quest’ultimo aspetto non si ha purtroppo più traccia dal lontano 1994 – dopo aver lavorato, specie negli anni ’70, come attrice di teatro, tv e cinema, torna nelle sale con il film di Francesca Archibugi “Con gli occhi chiusi” dove canta anche ‘Nati alberi’ composta per lei da Ennio Morricone -, l’esigenza di raccontare, sperimentare e sperimentarsi in modalità sempre nuove ha spinto la poliedrica artista – da più di 40 anni sposata al bassista dei mitico gruppo degli anni 70 I Camaleonti, a dare spazio nel suo animo anche alla scrittura: nel 2003 il libro di poesie “Le mie madri” (Fazi Editore); nel 2008 il romanzo autobiografico “Il mio cuore umano” (Fazi Editore); nel 2012 e nel 2016 altri due romanzi, “La grande casa” (Bompiani) e “leonida” (Atlantide Edizioni).

Questa la scaletta di “E’ un momento difficile, tesoro”:

1 – È un momento difficile, tesoro
2 – All’ultimo sparo
3 – Due giorni al mare
4 – O Madre
5 – Dove sono i tuoi occhi
6 – Disgregata
7 – Stasera non piove
8 – Macchine viaggianti
9 – Lavori in corso
10 – Un angelo caduto dal cielo

Queste le date già sicure del tour:

08/03 Arezzo – Karemaski
15/03 Bologna – Locomotiv
30/03 Palermo – I Candelai
05/04 Rivoli (TO) – Circolo Della Musica
06/04 Livorno – The Cage
07/04 Milano – Magnolia
13/04 Ravenna – Bronson
19/04 Roma – Monk

Autore dell'articolo: Giuseppe Sacchi