E le stelle stanno a guardare…

Alle 8:45 di un 14 Agosto decisi di affacciarmi sulla scena mondiale con i miei 3,8 chilogrammi di tutto rispetto e i capelli neri, folti: così raccontano in maniera inequivocabile le fotografie, all’epoca Photoshop aveva ancora da venire. Il mio stellium in Cancro in X Casa (un ammasso di ben quattro pianeti, di cui tre […]

Alle 8:45 di un 14 Agosto decisi di affacciarmi sulla scena mondiale con i miei 3,8 chilogrammi di tutto rispetto e i capelli neri, folti: così raccontano in maniera inequivocabile le fotografie, all’epoca Photoshop aveva ancora da venire.

Il mio stellium in Cancro in X Casa (un ammasso di ben quattro pianeti, di cui tre personali, Luna inclusa) mi permette di confidarvi che sono uno di quelli nati “sotto una buona stella”, anche se a 52 anni devo ancora capire cosa significhi.

2002, Odissea del cuore: durante l’opposizione di Urano –pianeta che simboleggia la libertà dell’Io- al mio Sole incontro A., una donna Gemelli  che mi trasmette la passione per l’Astrologia, materia che ho continuato a coltivare intensificando le consulenze, gli incontri di gruppo e lo studio in particolare negli ultimi due anni. Estate 2018: con la quadratura di Urano e l’opposizione di Plutone a quel benedetto stellium di cui sopra inizia questa nuova avventura  su TheSpot.news. Che cosa vi racconterò? Beh, l’Astrologia, naturalmente. Che viene da lontano, almeno dai Babilonesi. Avete presente l’epopea di Gilgamesh?… Quella! (nda: casomai l’aveste persa, potete rimediare facilmente perché da noi si trova nell’edizione Adelphi). Qualche puntata dopo giunsero i Greci, che ci misero del loro con la mitologia. Che c’entra, vi chiederete? C’entra eccome, perché in molti (Liz Greene ad esempio -consigliatissimo come fosse un romanzo il suo “Astrologia e destino”)  hanno esplorato questo ambito della conoscenza sulla scorta delle profonde intuizioni di Jung  e trovato le connessioni tra figure mitologiche, segni zodiacali e pianeti, ‘svelando’ per così dire le loro caratteristiche che non sono poi tanto dissimili da quelle di noi moderni umani. Ebbene, dicevo, cercherò di raccontarvi mese per mese quello che accade in cielo così come in terra. … Sì, avete letto proprio bene! Uno dei concetti fondamentali dell’Astrologia Umanistica è che non sono i pianeti ad influenzarci: essi rispecchiano solamente ciò che ‘ci accade’.

Facciamo l’esempio con un pianeta personale. Ma come, non siete stati attenti? Alla quarta riga avevo già scritto personali! Si tratta dei pianeti che […] “mostrano quali forze possiamo dirigere o modificare coscientemente in qualche misura, e caratterizzano i tratti più ovvii della personalità e gli stimoli più forti dell’individuo” […] (S.Arroyo, “L’Astrologia e i quattro elementi). Essi sono: il Sole (il nostro Segno zodiacale, tanto per capirci), la Luna, Mercurio, Venere e Marte. Prendiamo Venere, il pianeta che ‘parla’ di come esprimiamo affetto, ci sentiamo apprezzati, e scambiamo energia con gli altri dando e ricevendo.

Se in questo momento Venere si trova in Pesci, non sarà affatto il pianeta e tantomeno il segno a determinare quel particolare scambio (in Pesci con gentilezza, sensibilità, compassione ed empatia) ma piuttosto l’energia da me es-pressa, se non re-pressa, a rispecchiare quelle sfumature, ancor più trattandosi di qualcosa che posso -o magari dovrei in quel determinato periodo- dirigere e modificare!

Lo scopo dunque sarà quello di indagare sulle forze in atto a livello terrestre come fedele -e sincronica, aggiungerebbe Jung!- riproduzione di ciò che si sta muovendo a livello del nostro sistema solare e nell’Universo.

Prima dei saluti vi anticipo un paio di cosette. Naturalmente quanto leggerete sarà opera –imperfetta, un po’ di sana autocritica per il mio Ascendente in Vergine!- della mia capacità di indagare tra le pieghe delle stelle e, cosa ancor più importante, ricordate: tutto ciò che troverete qui o altrove con riferimento al vostro segno zodiacale o pianeta personale va sempre interpretato nel contesto del vostro oroscopo di nascita (o tema natale, se preferite), la Vostra storia dal punto di vista astrologico. Perché qui entrano in gioco pure le dinamiche tra i vari interpreti – i pianeti, appunto. Ma avremo modo e tempo, voglio augurarlo alla neonata webzine, per approfondire la conoscenza di tutti i protagonisti dello Zodiaco e, sopra tutto, conoscerci.

Tenetevi saldi, dunque, perché il 5 Settembre si parte: e le stelle, lo sapete, stanno certo a guardare.

 

Autore dell'articolo: Bruno Berti