Cosa fare con 25 milioni? Comprate una tazza

Cosa fareste con 25 milioni di euro? Si tratta di una cifra talmente elevata da necessitare almeno di qualche secondo per ragionare sul come impiegarla. Eppure una risposta c’è: acquistare una tazza cinese del XVIII secolo usata dall’imperatore Kangxi. Follia? Forse sì. Eppure è quello che ha fatto un anonimo compratore proprio ieri all’asta di […]

Cosa fareste con 25 milioni di euro?

Si tratta di una cifra talmente elevata da necessitare almeno di qualche secondo per ragionare sul come impiegarla. Eppure una risposta c’è: acquistare una tazza cinese del XVIII secolo usata dall’imperatore Kangxi.

Follia? Forse sì. Eppure è quello che ha fatto un anonimo compratore proprio ieri all’asta di Sotheby’s, ad Hong Kong pagando proprio il prezzo record di 239 milioni di dollari di Hong Kong, pari a quasi 25 milioni di euro.

Il manufatto è una delicata e rara ceramica della dinastia Qing fabbricata per l’imperatore cinese Kangxi vissuto tra il 1654 e il 1722 e, ad onor del vero, la cifra spesa non rappresenta nemmeno il primato assoluto per una ceramica cinese: a detenere il primato è, infatti, un vaso della dinastia Song venduto lo scorso ottobre per 32 milioni di euro.

Certo, si tratta di uno pezzo raro, vale a dire uno dei soli tre esemplari conosciuti di questo tipo di ceramica risalente agli inizi del XVIII secolo e che fu utilizzata proprio dall’imperatore Kangxi, noto come uno dei più grandi imperatori cinesi della storia: ma voi 25 milioni per una (citiamo la definizione d’asta) “ciotola delicata di 14,7 centimetri di diametro, decorata secondo la tecnica del falangcai, vale a dire con smalti dipinti che combinano tradizioni cinesi e occidentali. La ceramica su sfondo rosa è decorata con fiori, tra cui i narcisi, che non si trovano spesso sulle porcellane cinese”, li spendereste?

Autore dell'articolo: Marco Michelli