La cucina vegana, un trionfo di sapori

Ogni volta che si avvicinano le feste comandate, Natale e Pasqua per citare solo le due più importanti, penso sempre che sarebbe importante scrivere di un argomento che mi sta particolarmente a cuore, ovvero la cucina vegana. Ho liberamente scelto di eliminare dalla mia dieta tutti i prodotti e i derivati animali per una questione […]
Ogni volta che si avvicinano le feste comandate, Natale e Pasqua per citare solo le due più importanti, penso sempre che sarebbe importante scrivere di un argomento che mi sta particolarmente a cuore, ovvero la cucina vegana.

Ho liberamente scelto di eliminare dalla mia dieta tutti i prodotti e i derivati animali per una questione di banale etica e rispetto della vita altrui. Nessuno mi ha imposto niente, ma ne ho guadagnato sotto tutti i punti di vista. In salute, energia, fantasia e creatività. Ne ho addirittura fatto un lavoro! E ho anche scritto un libro che trovate qui. Ma questa è un’altra storia e se vorrete potete contattarmi e scrivermi e farmi tutte le domande che vorrete.

Ora qui voglio parlare di sapori, piaceri e meraviglie che questo tipo di alimentazione sa e può offrire. Si tratta solamente di uscire dagli schemi e cominciare a pensare ad altro che non sia la pasta e la bistecca. Si tratta di imparare a conoscere ingredienti nuovi e molto saporiti come il miso, le alghe, i superfoods, e riconoscere di nuovo erbe o grani antichi che si stanno riaffacciando nella nostra cultura come il sorgo o il teff.

Non ci sono assolutamente carenze di proteine o vitamine in una dieta vegana ben bilanciata, e ribadisco, ben bilanciata. Non si può mangiare solo pasta al pomodoro e patatine fritte e pensare di stare bene. Chi si avvicina a questo tipo di filosofia deve quindi stare attento ad integrare nel suo piatto cereali integrali, legumi, verdure altamente proteiche e grassi non idrogenati, tanta frutta e tante verdure crude o fermentate. Personalmente seguo la via principalmente crudista e senza glutine, ma naturalmente ognuno deve trovare la sua dimensione e, intuitivamente, il cibo che meglio gli si cuce addosso.

Spesso mi sento dire che questa cucina fa rinunciare a qualcosa, ai piaceri del dolce e del salato. Assolutamente no! La cosa incredibile è che si possono “veganizzare” tutti i piatti di tutte le cucine del mondo… dal 2011, anno del mio passaggio, sto scoprendo una incredibile varietà di sapori, spezie e alimenti che prima mi erano completamente sconosciuti.

Facciamo dagli antipasti al dolce senza dover impiegare prodotti e derivati animali, dal formaggio al tiramisù, dalla lasagna al “finto” ragù, dal timballo all’arrosto non ci facciamo mancare davvero nulla. E… in caso, se ci mancasse qualcosa, siamo ben felici di averci rinunciato per aver guadagnato in salute e rispetto per la vita!

E poi i piatti vegani sono saporiti, colorati e sani. Aumentiamo la digeribilità, l’energia disponibile per il nostro corpo e aiutiamo il pianeta a consumare meno. Sostenendo inoltre i produttori locali acquistando la frutta e la verdura di stagione aiutiamo anche la nostra microeconomia a non morire a discapito delle grandi catene industriali.

E’ un discorso naturalmente lunghissimo e che ci porterebbe un po’ fuori strada, perciò vi lascio qualche ricetta facilissima per questa Pasqua, sperando che possiate provare la bontà e lo stupore di nutrirvi in modo sano, alternativo ed etico.

Buona Pasqua a tutti!

 

COUS COUS di CAVOLFIORE

Ingredienti per 4 persone
1 cavolfiore di media grandezza
1 carota
1 costa di sedano
1 peperone rosso
2 pomodori
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1⁄2 tazza di olive
1⁄4 di tazza di pinoli
1∕8 di tazza di capperi
1 cucchiaio di curry
1 cucchiaio di timo fresco
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di harissa (opzionale)
peperoncino (opzionale)

Preparazione
• Tagliare le cimette del cavolfiore e tritarlo in un robot da cucina, in modo da ottenere granelli grossolani. Di solito è sufficiente lavorarlo per circa 1 minuto a velocità media.
• Tagliare quindi tutte le verdure a dadini e condire il “cous cous” con gli ingredienti rimanen-ti. Servirlo a temperatura ambiente va bene, ma leggermente freddo è ancora più gustoso.
• Per realizzare un cous cous invernale aggiungere broccoli, cavolo nero, verza rossa, carote, finocchio.

 

 

 

FIORI di ZUCCHINA RIPIENI con coulis al peperone
Ingredienti per 1 persona
5 fiori di zucchina
1 ricottina di noci di macadamia (o anacardi) alle erbe

Per la ricotta di macadamia alle erbe

1 tazza di noci di macadamia ammollate per 2 ore
1 cucchiaino di succo di limone
1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie
1 pizzico di sale
3-4 cucchiai di acqua per frullare
erbe aromatiche a piacere

Per il coulis (salsa liquida)
1 e 1/2 peperone giallo
1⁄2 cucchiaio di succo di limone
1⁄2 cipollotto (solo la parte bianca)
1⁄4 di cucchiaino di sale
1⁄2 cucchiaio di olio
1⁄4 di tazza di anacardi ammollati per 1 ora

Per la guarnizione
piselli q.b.
mais q.b.

Preparazione
• Frullare tutti i componenti della ricotta (tranne le erbe aromatiche) in un frullatore e ridurre il tutto a una crema abbastanza densa, poi tra- sferire in una ciotola e unire le erbe aromati- che a piacere. Lasciar raffreddare in frigorifero qualche ora per una resa migliore.
• Frullare tutto ciò che serve per il coulis. • Mettere sul piatto 3 cucchiai di coulis, riempire i fiori di zucchina con la ricotta e impiattare,
guarnendo con piselli e mais fresco.

 

 

MOUSSE AL CIOCCOLATO CON PERE CARAMELLATE

Ingredienti per 2 persone
Per le Pere caramellate

2 pere piccole
1⁄2 cucchiaio di cannella
1 cucchiaio di sciroppo di acero
1 cucchiaino di succo di limone

Per la mousse al cioccolato
2 avocado piccoli (o 1 grande, circa 400 grammi)
1 tazza di latte di mandorla o d’acqua
3⁄4 di tazza di sciroppo d’acero
3⁄4 di tazza di polvere di cacao
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale

Per la salsa di cioccolato liquido
1⁄2 tazza di cacao in polvere
1⁄2 tazza di succo d’agave o sciroppo d’acero
1 cucchiaino di olio di oliva

Preparazione
• Tagliare le pere a fettine non troppo sottili con la mandolina, cospargerle di cannella, succo di limone e sciroppo d’acero e metterle a fuoco medio per 3 minuti.
• Frullare tutti gli ingredienti della mousse, unendo per ultimo il cacao. Mettere il composto in frigorifero a raffreddare per almeno 10 ore.
• Frullare infine tutti gli ingredienti della salsa, metterli in una bottiglietta per uso alimentare e riporla in frigorifero.
• Assemblare quindi il piatto come più aggrada, la fantasia qui è l’unico limite.

Elena Dal Forno

Per maggiori informazioni sull’autrice e la sua cucina vegana clicca sul seguente link: https://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-cucina-crudista-alcalina-elena-dal-forno-libro.php

Autore dell'articolo: Elena Dal Forno

Elena è giornalista dal 1994. Si occupa di vita in generale, cinema, arte, tennis, cucina vegana. Quando non è al cinema è in viaggio. Spesso la cosa coincide.